Vai al contenuto

Dj alex Enne

Members
  • Numero contenuti

    66
  • Iscritto

  • Ultima visita

Reputazione Forum

10 Good

Su Dj alex Enne

  • Rank
    New DJ
  • Compleanno 31/07/1972

Converted

  • Location
    Savignano Sul Rubicone
  1. ...'_' ma per "dibox sono tutte attive" cosa intendi? ...io non le ho mai usate ma pensavo che quelle passive fossero un semplice circuito senza corrente che sdoppiava rovesciandolo il segnale, togliendo eventualmente anche la massa, ma lasciandolo con rapporto 1:1...e mi viene da pensare che quelle economiche, tipo la behringer di20 possa fare troppo da "scatoletta" per cui il segnale perde o si creano piu rumori del segnale originale...quelle attive le consideravo quelle che, alimentate da corrente, tipo la art cleanbox, potessero anche amplificare e modificare il segnale avendo anche regolatori di intensita...in questo caso ci sarebbe più sicurezza che il segnale non solo rimane tale ma addirittura lo si possa aumentare in caso ci sia magari un mixer con uscite basse... se mi dovessi convincere ad usarle credo prenderei la art attiva...almeno sarei sicuro che il segnale di uscita del mixer come minimo mi rimane tale...anzi potrei aumentarlo di intensità e diminuire la sensibilità in uscita dell'equalizzatore, che un pò rumoroso lo è.... se dovessi prendere dibox passive diverse e migliori come qualità dalla behrninger di20, dovrei cercarne a due canali, e non ce ne sono tante, oppure prenderne due a un canale......e forse forse allora conviene comunque prendere la art cleanbox...
  2. si infatti uso l'uscita sub del'equalizzatore (impostata a 120hz) per pilotare un amplificatore che mi manda due subwoofer passivi. .. mi interessava parlare di bilanciamento segnale per capire bene se davvero c'è differenza qualitativa tra segnale bilanciato e quello sbilanciato ma ho capito che la differenza è solo su la pulizia del segnale da interferenze in caso di lunghe tratte...il cavo è di 5 metri, doppia schermatura usato nel car audio....prima era piu corto ma per avere più libertà di movimento e fare in modo che non dia fastidio l'ho cambiato.... ma riesco sempre comunque a sistemare il case dell'amplificazione sia in casa che in giro vicino alla consolle, per cui il cavo da 5 metri al momento basta e avanza..potrei usarne anche uno più corto ma visto che non ho problemi di interferenze al momento lascio cosi...riassumendo direi che differenze di qualità tra segnale bilanciato e sbilanciato su distanze corte non ce ne sono o sono talmente irrilevanti da non giustificare l'inserimento di dibox o altro non dovendo usare cavi più lunghi di 5 metri......
  3. Grazie per le info...l'equalizzatore l'ho aggiunto per due motivi: riuscire ad ottimizzare meglio il rendimento delle casse in particolare per equiparare la resa musicale dei woofer ciare cw321 con quella dei tweeter a tromba IMG STAGE LINE MHD-152 e viceversa... e soprattutto nel equalizzatore utilizzo l'uscita supplementare sub per alimentare un amplificatore con due subwoofer....se togliessi l'equalizzatore ( che ha ingressi sbilanciati e bilanciati, ma non so se realmente lavora completamente in bilanciato.. BEHRINGER FBQ1502 Ultragraph Pro ) dovrei metterci un crossover per gestire le frequenze...il cavo che collega mixer all'equalizzatore è da 5 metri con buona schermatura, quelli usati nel car audio... non ho problemi di interferenze...avevo qualche rumore di fondo che si è attenuato usando un condizionatore di corrente in cui alimento tutti gli apparecchi...l'impianto è in tavernetta e nella linea elettrica diverse cose ci sono attaccate prima... quelle poche volte che mi serve in serate mi porto tutto per cui metto amplificazione e consolle vicini per rimangono gli stessi collegamenti...mi pare di capire, e questo è un discorso pressochè infinito, che al di la dell'isolamento da interferenze, un segnale bilanciato non è necessariamente migliore o più potente di uno sbilanciato... quello che importa è la qualità e la caratteristica tecnica del segnale in uscita dal mixer (pioneer djm400) e dalle caratteristiche di chi lo riceve... anche se bilanciassi il segnale nella mia situazione non otterrei un segnale migliore quindi....toglierei le interferenze in caso di tratte lunghe che al momento non sono presenti...
  4. la behringher di20 vedo che la definiscono come attiva...alimentata da ingresso phantom o da batteria...per la batteria presumo vada aperta e inserita all'interno, ma la phantom? meglio usarla in passivo? ...pensate che al posto della batteria sia possibile alimentarla con alimentatore da 9v saldando i cavi negli elettrodi destinati alla batteria?
  5. Ciao mi unisco alla discussione per un consiglio: al momento ho il mixer (pioneer djm400) collegato all'ingresso dell'equalizzatore (posto prima degli amplificatori) con cavo rca di 5 metri ...se in futuro dovessi spostare l'amplificazione lontano dal mixer e quindi servisse cavo più lungo di 5 metri, oppure dovessi collegare il mixer ad altri sistemi audio non miei con solo ingresssi bilanciati....cosa sarebbe meglio usare? una di box passiva tipo behringher di20 senza batteria....oppure una attiva tipo ART Cleanbox Pro ...oppure due semplici adattatori tipo Neutrik NA2 M-D2B-TX...oppure cavo semi-bilanciato xlr-rca....? ora come ora, avendo mixer uscite rca e equalizzatore ingressi sia sbilanciati che bilanciati, anche se si trovano a breve distanza, è consigliabile lasciare collegamento sbilanciato oppure un collegamento bilanciato gioverebbe anche in questo caso? parlo di intensità e resa sonora, non ho problemi di interferenze....Grazie
  6. (Recensione) Mixer Pioneer DJM 250

    io ho un pioneer djm400 k ...se dovessi aver bisogno di inserire nell'impianto una cassa spia, userei il behringer micromix mx400 dopo l'uscita master 2 del mixer e prima della cassa spia per regolarne il volume......, l'ho usato fino a poco tempo fa per collegare più microrofoni assieme...quello che stona nel pioneer djm400, oltre agli indicatori led con solo 7 segmenti, è soprattutto la mancanza di uscite bilanciate....speriamo di non averne mai bisogno...per il momento no perchè ho amplificazione passiva e uso quella in giro....
  7. Generi Di Musica Che Suonate

    ...faccio dalle 5 alle 10 serate l'anno come dj....feste private in bar o sale in affitto....collaboro con scuole di ballo in cui frequento anche i corsi....per cui salsa, bachata, reggaeton, hits latine, zumba...tutto su cd....a casa oltre ai vecchi vinili disco 70/80/90/00 mi piace anche ascoltare l'afro o la vecchia disco ...ogni tanto ai mercatini o alle mostre scambio prendo qualche vecchio vinile....altri tipi di serate in Romagna non ce ne sono da fare....le serate latine in locali se le contendono in esclusiva due dj che lottano in base al numero di persone che riescono a portare....io faccio qualcosina di piccolo perchè facendo parte delle scuole, quando vogliono organizzare qualcosa di dancereccio negli spazi utilizzati per le lezioni sono direttamente coinvolto come dj ....il mondo latino e la musica latina sono i più difficili da gestire in assoluto...al di fuori del latino, in bar, ristoranti o bagni al mare ( locali di ballo pressochè scomparsi ! ) le uniche serate che ci sono in Romagna sono quelle di karaoke ...e anche chi fa karaoke ha problemi di riscossione....
  8. differenza cavi RCA - JACK - XLR

    :)interessante discussione sul eterna lotta tra bilanciato e sbilanciato...
  9. ...pensavo di provare ad utilizzare, anziche tre singoli cavi unipolari da 1.5 come ho adesso, un cavo tripolare 3x1.5mm oppure 3x2.5......magari attaccandomi ad un altra presa...i cavi a tre conduttori da 1.5mm, cioè quelli usati per le prolunghe, portano corrente anche fino a 2 kw... potrebbe essere che il cavo tripolare avendo la guaina non si porta dietro le interferenze...ho provato anche a non collegare la terra ma il rumore di fondo si sente lo stesso... ...adesso provo ad alimentare l'impianto con una prolunga volante collegata ad un'altra presa per vedere se c'è differenza.... ho alimentato l'impianto con un cavo volante e sembra che le cose siano migliorate, anche se non completamente va meglio.......evidentemente mi viene da pensare che i cavi singoli fatti passare dentro alle canalette nel muro insieme ad altri possano portare interferenze che gli amplificatori traducono in rumore di fondo...adesso vedrò di alimentare sempre l'impianto con un cavo tripolare volante esterno al muro anzichè con cavi singoli all'interno delle canalette...
  10. Ciao a tutti! secondo voi quanto incide il cavo che porta corrente all'impianto audio sulle prestazioni? ...mi spiego: ho portato corrente alla postazione audio tramite tre singoli cavi unipolari diametro 1.5 mm ( per cui anche la terra collegata! ), sono pasato tramite alcune scatole e canalette interne al muro fino a collegarmi alla matassa grande ( cioè quella che arriva dal quadro generale e a cui sono collegate tutte le prese della stanza ) in una delle scatole di derivazione...nella presa alimentata da questi cavi vi è collegata la ciabatta che alimenta amplificatori ed equalizzatore, e la ciabatta che alimenta consolle da dj cioè mixer e lettori cd...nelle occasioni in cui ho utilizzato l'amplificazione in giro il suono perfetto...in casa invece noto che in sottofondo c'è un suono fastidioso che arriva allle casse,...questo suono di interferenza si sente ovviamente solo con volume a zero del mixer, ma se riuscissi a toglierlo non mi dispiacerebbe! ...i cavi di connessione audio, cioè sistema sbilanciato con rca e jack, sono di buona qualità e quando hanno problemi li cambio....se fossero quelli avrei il suono di interferenza anche fuori casa quando uso l'impianto...che il problema siano i singoli cavi unipolari di corrente che passando dentro a varie scatole si portano dietro interferenze? ho provato anche a scollegare il filo di terra ma non cambia niente...provare ad utilizzare, invece di singoli cavi unipolari sciolti , un cavo tripolare 3x1.5mm con guaina?
  11. Cuffie Sony MDR-V700

    Ciao a tutti...avendo l'imbottitura dell'archetto delle sony mdr-v700 molto rovinata, ed essendo un ricambio non reperibile, avete consigli su cosa usare come alternativa per ripristinare questa imbottitura? qualcuno di voi ha utilizzato qualche metodologia? pelle? spugna? ...montata come?...grazie
  12. Ciao l'unica cosa che mi viene in mente di dirti cosi a bruciapelo per abbinare subwoofer e ampli , è che valuterei il fatto che l'impedenza del subwoofer da te menzionato è 8 ohm...il subwoofer quando è unico si collega a ponte nell'amplificatore, cioè gli arriva potenza da entrambi i canali dell'amplificatore...solitamente i subwoofer hanno impedenza di 4ohm per cui collegato a ponte l'amplificatore vede un impedenza di 8 ohm e lavora in condizioni a lui favorevoli...tu avendo un subwoofer da 8ohm, collegandolo a ponte l'ìamplificatore vedrà una impedenza di 16ohm...lavora in condizioni favorevoli lo stesso e in tutta sicurezza ( un ampli se costretto a lavorare al di sotto dei 4 ohm si rovina, dagli 8 ohm in su invece lavora in tutta sicurezza ) ma aumentando la impedenza che lui vede, erogherà meno potenza... che potenza è scritta sul manuale dell'ampli? il subwoofer ha crossover integrato?
  13. pitch technics 1210

    ...la taratura dei pitch nei technics va fatta con il tester misurando i valori nei terminali del pitch stesso se i piatti sono come da origine, e cioè con il controllo e il blocco al quarzo...se invece il controllo e il blocco al quarzo è stato tolto ( come ho fatto io ) si tarano bene anche ad occhio agendo solamente sul trimmer blu sulla scheda madre del piatto...
  14. Ciao se qualcuno puo darmi una mano sul mio progetto ne sarei grato...mi sembra un idea discreta e da tempo aspetto occasione ma mi sto demoralizzando molto per l'assenza totale di riscontro...... vi riporto l'annuncio cosi come lo pubblico puntalmente da mesi e mesi su facebook...soprattutto l'attenzione sulla seconda parte del messaggio.."Come per il 2013 e per il 2014, anche nel 2015 rimango a disposizione come dj, ...revival 70/80 happy music afro classic e non solo, latino americano a 360° e non solo... feste private e non solo... ...e soprattutto offro collaborazione , società anche di capitale e cooperazione con scuole di ballo o qualcuno del mondo latino che voglia inziare a fare corsi o organizzare serate in locali, ristoranti bar o spiaggia e abbia bisogno, oltre che della musica per le lezioni, di un bravo dj o di una consolle professionale o di entrambi"... ...purtroppo vedo che in Romagna nel mondo latino-americano si è toccato il fondo...braccino corto sia di chi gestisce scuole di ballo ( dalle mie parti nel raggio di 30 km ci sono minimo 7/8 scuole diverse...ma organizzare serate è impossibile per vari motivi che se volete vi spiegerò in altra discussione ) che pur di non avere collaboratori esterni utilizza sia nelle lezioni ( in sale spesso non a norma ) che in serate danzanti fai da te palmari o smartphone o portatili collegati a una cassa da battaglia suonando canzoni scaricate illegalmente da youtube o passate da uno all'altro da chiavetta .. .e braccio corto di chi va a ballare latino, che ci voirrebbe andare tutte le sere senza spendere neanche un euro...tutte le serate latine sono a ingresso libero e conosco tantissima gente che per non spendere neanche soldi nella consumazione non beve o esce e beve nei bar di fuori... ...cosa ne pensate voi?
×