Jump to content

el Chapulin

Members
  • Content Count

    639
  • Joined

  • Last visited

Everything posted by el Chapulin

  1. el Chapulin

    Test CDJ-850 "Il perfetto equilibrio"

    Nessun mixer fra player ed amplificazione... sarebbe solo aumentato il rumore
  2. el Chapulin

    Nuovi colori per CDJ-850 e CDJ-350 di casa Pioneer

    Si hai ragione il DJM-700 non è un entry level ma il suo prezzo lo penalizza in alcuni mercati infatti chi decide di acquistare un buon mixer acquista il DJM-900 o il DN-X1700 se ne ha le possibilità... a svantaggio dei rispettivi DJM-700 e DN-X1600... se non può permetterselo invece di ripiegare su un mixer sempre pioneer ma meno completo acquista un DDM4000... tutto quì. Non sempre il mercato reale è mosso da una logica.
  3. el Chapulin

    Nuovi colori per CDJ-850 e CDJ-350 di casa Pioneer

    Permettetemi questo OT.. Pioneer comunque vada vende sempre... le scelte di proporre nuovi colori non fannno altro che muovere il mercato... negli States vanno forte i 2000 e 850 molto meno gli altri ed il 350 è molto sotto le aspettative iniziali, quindi qualcosa dovevano pure fare... certo la crisi oltreoceano è più forte che in Europa (ma stiamo arrivando anche noi) quindi i dati sono legati anche a questo. Parlavo due sere fa via skype con un vecchio amico messicano che vive ad Albuquerque in New Mexico, fa il dj e lavora nel più grosso deejay store dello stato, è sempre stao un "profeta" delle mode e delle tendenze commerciali e spesso mi sono affidato a lui su alcune scelte che poi sono risultate molto azzeccate, Norberto mi diceva che va molto forte il controller della Denon (6000) e i prodotti NI S2 ed S4... per quale motivo?... perchè sono piccoli... tutto qui!!!! si parla di S/W di mappature di nuovi aggiornamenti di setting di pippe assurde e poi i clienti scelgono un controller perchè è piccolo!? quindi forse ci facciamo troppe sege mentali e qualcuno dovrebbe rivedere i suoi piani , i controller pioneer sono ottimi ma non sono per il momento (come da sempre per i CDJ) "i leader del mercato" anzi... mentre per i CDJ come dicevo il 2000 e l'850 vanno molto bene... di nicchia ma comunque con un buon seguito i 3700 e 1200 di Denon... (PS il 3700 vende di più del CDJ-900) morti del tutto i vari piccoli produttori... ad esclusione di prodotti cinesi da bassissimo costo... I mixer di pioneer vanno bene.. il 900 vende, non come l'800 quando uscì (ma sono cambiati i tempi) ma vende molto, basti pensare che da solo vende quasi come il DN-X1700 ed il DN-X1600 messi insieme, vendono invece molto meno gli altri mixer (specialmente i più grandi) forse (certamente) per via del prezzo che negli states è proibitivo in questo momento. Allen è scesa molto negli states ma il suo mercato è stato in parte occupato da Denon (alla fine sono sorelle e condividono la distribuzione) sembra si stia dedicando un po di più a mixer per performance strumentali live... Il behringer DDM4000 và fortissimo ed ha spazzato via i mixer entry level sia di Pioneer (DJM-700) che di Denon (DN-X1100) ed altri marchi locali come American Audio... Queste dinamiche di mercato sono riferite ad un paese dove marchi come Denon hanno sempre avuto una forte penetrazione di mercato pertanto può sembrare strano parlare di mixer come il DN-X1100 ma pensate che il vecchio DN-X1500 è stato per molti anni l'avversario commerciale più temibile in America del DJM-600, questo perchè in america ha sempre avuto un buon successo il classico CD player "a due telai" e Denon aveva in listino diversi validi mixer che hanno venduto tantissimo negli anni 90' creando una forte immagine del brand in difficile da scalzare. Pioneer ha le spalle robuste per semplificare l'offerta e concentrarsi sul futuro... i controllers... prima che la "mela" non ci metta lo zampino...
  4. el Chapulin

    Nuovi colori per CDJ-850 e CDJ-350 di casa Pioneer

    Sono molto più belli esteticamente in versione nera questi CDJ 850, pioneer ha fatto le sue scelte prima ancora che venisse pubblicata la sua (drammatica) trimestrale per il mercato statunitense, questo mi fà pensare che sanno benissimo ciò che fanno perchè immagino che queste "novità" abbiano almeno 3/4 mesi di incubazione... adesso taglieranno ciò che non và e punteranno tutto e forte su ciò che và (CDJ-850 e CDJ-2000) cercando di migliorare l'appeal dei loro controller... Sono molto rapidi e reattivi (più che in passato) evidentemente sentono il momento e quindi non faranno errori come in passato.
  5. el Chapulin

    Mixer SH-MZ 1200

    Si trova a prezzi poco sopra le 500€, è uno dei mixer analogici che più mi impressionò quando lo ascoltai con attenzione (2006). Era molto ben costruito e capace di grandi performance soniche, era poco meglio di un DJM-600 ma aveva un sound differente dal DJM-500 (che preferivo), aveva una ariosità che tendeva a enfatizzare la stereofonia che otteneva avvolte un risultato molto suggestivo e piacevole con alcuni ritmi (lo definirei un preamplificatore Champagne... con le bollicine), questi sono i dettagli che ancora ricordo e che mi colpirono maggiormente... ma il suo punto forte era il preamplificatore phono. Con il giradischi l'SH-MZ1200 dava il meglio di se... è davvero raggiungeva livelli eccellenti, a detta di alcuni colleghi dall'orecchio buono era davvero paragonabile ad uno Xone 62, sicuramente più raffinato di un Denon DN-X1500 o di un DJM-500/600... anche se dello Xone 62 non aveva la robustezza era davvero ben costruito e molto bello esteticamente... lo definirei suggestivo in finitura silver. Sicuramente anche se fosse usato è un buon acquisto.
  6. el Chapulin

    Un Mixer...è Per Sempre!

    I danni psicologici che creano in grandi marchi sono un frutto preziosissimo per chi conosce le elettroniche davvero, ed io penso di conoscerne un poco, quindi molti "colleghi" molto influenzabili svendono la loro attrezzatura solo ed esclusivamente per inseguire mode e tendenze... ed io compro un mixer eccezionale a 350€ più spese di spedizione. "Avvolte anche gli uccelli non conoscono il grano" PS si il Tascam è proprio bello... spero di trovare un DJ che per inseguire un DJM-900 si svende questo capolavoro dell'elettronica ancora puro MADE IN JAPAN e non in CINA o TAIWAN o peggio MALESIA
  7. el Chapulin

    Un Mixer...è Per Sempre!

    In passato, (2002-2003) ebbi occasione di "trascorrere" 4 settimane in una nave da crociera e avevo a disposizione un mixer nuovo di pacca che davvero mi impressionò, si trattava del Tascam X-9, lo utilizzai con i miei pioneer DMP-555 dell'epoca e lavorai proprio bene, riuscivo addirittura a non sentire la stanchezza (i turni erano davvero pesanti, si suonava almeno 8/10 ore al giorno in differenti zone della nave), il mixer mi esaltava... poi anche la gente era speciale... erano lì e non potevano scappare... Non ho più trovato in giro questo mixer, e davvero me ne innamorai, all'epoca utilizzavo un DJM-500 e il confronto era davvero indecoroso... il Tascam era davvero molte spanne sopra, sia come costruzione (ineccepibile) che come funzioni.
  8. el Chapulin

    Un Mixer...è Per Sempre!

    Si era un ragazzo tedesco sulla "baya.de" che aveva deciso di passare ad un mixer digitale della pioneer, e non riuscendo a piazzarlo da mesi... a deciso di metterlo a quel prezzo... udite udite è rimasto invenduto per 8 settimane.. poi io l'ho preso.. con le spese di spedizione sono arrivato a 400€ ma valeva la pena. Per una volta devo ringraziare la pioneer.... Ha soltanto un difettuccio all'alimentatore esterno che con un pochino di stagno e termorestringente si risolve in 5 minuti. Penso di aver fatto un affare. PS. Adesso mi manca alla mia "piccola" collezioncina un bel outline...
  9. el Chapulin

    Un Mixer...è Per Sempre!

    Alcune aziende negli ultimi anni hanno occupato completamente alcune fasce "premium" di mixer, e quindi continuare a produrre macchine come queste... diventava soltanto una grave "perdita" economica... si sono perse molte elettroniche di pregio negli ultimi anni per via dell'appiattimento del mercato, all'epoca dei leggendari SL1200 altre aziende si cimentarono nel "campo"... molte realizzazioni erano "poco credibili" e non paragonabili ai 1200 per questo motivo il pubblico si riversò sempre più sul 1200 decretando il suo successo ne tempo e trasformandolo in un prodotto leggendario, ma ci furono alcuni (pochi) prodotti che vennero completamente ignorati ma che avevano le carte giuste per competere... la storia si ripete anche oggi... il mercato è così...
  10. el Chapulin

    Un Mixer...è Per Sempre!

    Prima ci devo fare la povere, fuori e dentro... poi vedrò, ho l'impressione che questo mixer sia di un livello molto alto ma che si esprima ai massimi livelli con una coppia di giradischi con due ottime puntine.
  11. el Chapulin

    Un Mixer...è Per Sempre!

    Gran belle macchine entrambe, il soundcraft ho avuto modo di "provarlo" a lungo.... era il mixer di un locale dove ho lavorato per 6 anni (2 serate alla settimana)... ed è ancora lì... che mostro. Sono riuscito ad accaparrarmi all'ultimo minuto un Mixer che inseguivo da anni il VESTAX PMC-CX Carl Cox Signature. Adesso lo utilizzerò per farmi una consolle con un 2 telai (Pioneer Mep-7000), è come nuovo tenuto maniacalmente e su ebay ho spuntato "solo" 350€.... altro che i "soliti mixer"
  12. el Chapulin

    Denon DN-SC3900

    Dovrebbe, ripeto dovrebbe... essere un nuovo controller, comunque se uscirà... presto lo sapremo
  13. el Chapulin

    Nuovo controller all in one della Pioneer?

    Certo, ma come la Ferrari produce auto anche la Dacia produce auto, il mercato è vario e permette ad entrambe di sopravvivere....
  14. el Chapulin

    Nuovo controller all in one della Pioneer?

    Per chi si legge le pubblicazioni trimestrali e semestrali dichiarate dalla casa (parlo anche di chi opera in borsa) emagari anche le "Investor Relations" è semplicissimo tirare giù i dati, diciamo che io le ho lette per anni per lavoro ed oggi le leggo (magari con meno interesse) per altro. Piccolo OT. Per pioneer il settore DJ rappresenta proprio una "puzzetta" in mezzo ad un uragano... ed il settore PRO-DJ è da 2 anni in forte perdita, perdita comunque ripagata dal ritorno di immagine del brand quindi del tutto ammortizzata. I settori strategici di Pioneer sono altri, in particolare l' Automotive (car stereo ecc.) dove tutte le grandi aziende del settore (Alpine, Pioneer, Clarion, JVC) continuano a perdere una valanga di soldi (perchè le case automobilistiche ormai dotano tutte le auto di sistemi completi OEM). Un' altro settore importante per Pioneer è l'alta fedeltà e il mercato è un poco in difficoltà (soldi in giro non ce ne sono), dove pioneer è fortissima è la ricerca di nuovi componenti e semiconduttori nonchè di tecnologie OEL.
  15. el Chapulin

    Nuovo controller all in one della Pioneer?

    DN-MC 6000 docet... Lo aspettavo un prodotto così "giocattoloso", è secondo me soltanto un prodotto per sondare il mercato, lo potevano tirare fuori molto prima e magari non far vendere a NI e Denon un botto di controller... adesso vedremo l'evoluzione, prevedo nel primo trimestre 2012 un controller di Pioneer "compatto" come questo e molto evoluto diciamo professionale e non casalingo, chissà i dati di vendita a fine anno.... ci saranno delle inaspettate sorprese.
  16. el Chapulin

    Pioneer DJM-250

    In effetti il problema non sussiste, il mixer mi sembra "onesto", ha l'alimentatore esterno e non mi sembra "farina" di pioneer, ho l'impressione che sia un brandizzato. E' comunque un prodotto completo se confrontato alla concorrenza, è pulito e semplice... vedremo il prezzo. PS. anche la ferrari avvolte (ultimamente molto spesso) non vince.
  17. el Chapulin

    [ Novità] Nuovo Mixer-Midi Controller DN-MC6000

    Supporto completo di Tracktor 2
  18. el Chapulin

    MONSTER BEATS vs SENNHEISER HD 25

    Visto che le esigenze di partenza sono queste, perchè acquistare una cuffia a padiglioni chiusi tipo studio o deejay? La Grado SR-60i è una cuffia tendenzialmente Referance, con un basso secco e descrittivo, delle voci mature e tremendamente realistiche (in particolare le femminili) ed un alto molto controllato e mai squillante, e dotata anche di una certa ariosità che gli permette di creare un piccolo soundstage intorno alla tua testa (dote sconosciuta a praticamente tutte le cuffiette da DJ) in pratica è una cuffia che ti permette di ascoltare musica anche per 4 ore senza stop e senza mal di testa (dote fondamentale), quindi se ci devi ascoltare un ipod è propio il massimo... anzi è quasi sprecata con la musica compressa, meriterebbe un buon lettore di CD.
  19. el Chapulin

    MONSTER BEATS vs SENNHEISER HD 25

    La Cuffia che mi sento di consigliarti è anni luce avanti alle più blasonate HDJ-2000 di Pioneer o DN-HP1000 di DENON e sono comunque timbricamente superiori anche ad una HD-25 e... udite udite non superano i 130€... anzi se giri per internet le trovi a 120€, sono le GRADO SR60, una cuffia della GRADO LABS per l'appunto, la casa che costruisce da diversi anni la migliore cuffia di sempre (universalmente riconosciuta dalle riviste e dai critici più autorevoli) la "PS 1000", è forse l'unico prodotto al mondo che è universalmente riconosciuto come il migliore da tutti i suoi competitor. La Grado SR 60 è il modello base del brand, ma racchiude tutte le caratteristiche fondamentali di una cuffia MOLTO ma MOLTO seria. Magari il marchio non vi dirà tanto ma vi assicuro che parlo della Rolls Royce delle cuffie...
  20. el Chapulin

    Cdj850 - cdj 350 - cdj 400

    Se il CDJ-900 costasse 900€ sarebbe del tutto normale, ma pioneer ci ha abituato così, e Noi incominciamo ad esserci abituati. Partendo dal presupposto che il CDJ-2000 è il riferimento dell'industria (sono d'accordo) ed ha un prezzo molto elevato (e posso pure starci)... il CDJ-900 non può commercialmente essere proposto a quel prezzo, altrimenti e logico che vendi più CDJ-850 che mai... anzi rischi che qualcuno compri anche qualche DN-S3700 (e quindi come casa ti fai un doppio danno)... La realtà e che Pioneer sino all'avvento dei controller, ha fatto il bello ed il cattivo tempo, adesso vedremo cosa cambierà nel mercato...
  21. el Chapulin

    Cdj850 - cdj 350 - cdj 400

    Il CEO di Pioneer ha parlato a Marzo di quest'anno di semplificazione dell'offerta, penso che in futuro si focalizzeranno in meno prodotti (massimo 3 Player) viste le continue evoluzioni di mercato nel campo dei controller. Penso che i player che resteranno in futuro in produzione saranno il CDJ-2000 ed il CDJ-850, poi un player più semplice (CDJ-350 oppure l'immortale CDJ-100 ma non entrambi) e niente altro. Alcuni prodotti non hanno spazio (CDJ-900 in primis) per colpa principalmente della concorrenza interna e per via dei prezzi non proprio bassisimi che rimettono in gioco prodotti concorrenti. Un colpaccio sarebbe una versione MK2 del CDJ-100, magari con la possibilità di leggere file mp3 e memorie USB... sarebbe un "instant-classic" che divorerebbe il mercato, ma che renderebbe la vita difficile anche ad altri player di pioneer (come già successo in passato con il CDJ-100S, vero cannibale di famiglia). In fondo l'attuale offerta è completissima anzi mette il cliente davanti a delle scelte difficili (come dici) e quindi è corretto eliminare i dubbi dei clienti semplificando l'offerta. L'esempio di Denon è molto eloquente, pochi prodotti estremamente differenti e con prezzi distanziati in modo concreto, certo non è possibile fare paragoni di mercato frà Denon e Pioneer, ma penso che la politica non sia sbagliatissima.
  22. Sono i prodotti più diffusi, hanno molte rotture e problemi ovunque, ma le loro "failure" sono direttamente proporzionali alla quantità di prodotti in giro nel nostro paese (quindi del tutto normali). Si parla tanto di affidabilità, avvolte la sensibilità di un deejay aumenta quando non utilizza un prodotto pioneer quasi come se volesse a tutti i costi trovare un qualche difetto che giustifichi la sua scelta, ma poi si finisce in campi che poco hanno a che fare con il "mestiere" di mettere i dischi. Ricordo i primi giradischi non Technics a trazione diretta controllata al quarzo che pur avendo le stesse (davvero) prestazioni e robustezza degli originali 1200 non vennerò mai presi in considerazione... esiste da anni ad esempio un giradischi (Audio Technica AT-LP120) che condivide il 70% dei componenti con il mitico SL1210... in realtà condivide anche la fabbrica che lo sforna e immagino anche i tecnici che lo assemblano ma questo non basta... Pioneer gode di una fama conquistata sul campo con prodotti semplici e tremendamente efficaci come il CDJ-100S o performanti e robusti come il CDJ-1000MK3, ma è naturale che più i player diventano complessi (e sempre più computer e meno "macchine") e più saranno soggetti a blocchi ed imbarazzanti blackout musicali nel bel mezzo di una serata. Sabato scorso ho assistito ad un "nero" musicale di circa 40 secondi... per fortuna che erano presenti dei CDJ-100S (ormai polveroso e nascosti sotto la consolle) perchè altrimenti i più di 1000 avventori si sarebbero "seccati"... dopo aver speso quasi 20 € per entrare. La tecnologia non deve fermarsi, ma gli errori "scusate" li facciamo Noi quando scegliamo di affrontare una serata con macchine super performanti magari collegate ad un PC con una mela che poì si blocca esattamente come un pc con le finestre... meglio le macchine... almeno per adesso, poi in futuro si vedrà... questo è il consiglio che posso darvi per esperienza personale.
  23. Leggo sempre con molta attenzione le Vostre impressioni su le cuffie, le Vostre indicazioni e le Vostre preferenze, per questo dopo un lunga assenza dovuta dal fatto che i primi di ottobre mi sono sposato... ho pesnato di recensire una cuffia che ho acquistato a settembre dopo un attenta riflessione. In realtà le cuffie che mi sono regalato sono 2... stò diventando vecchio e mi fà piacere ascoltare di sera della musica sul divano (senza disturbare nessuno) con 2 dita di Pampero aniversario ed un pezzo di cioccolato fondente (di sera la tv ormai non la guardo più). Avevo bisogno di una buona cuffia da utilizzare prevalentemente in studio ed ho scelto le HD 25-1 II, mentre l'altra cuffia che ho acquistato da poco è la DENON AH-A100 cuffia dell'anniversario della casa giapponese, non adatta ad un uso diciamo professionale, ma da definirsi come riferimento assoluto nel mondo delle cuffie di un certo livello di prezzo (diciamo sotto le 500€), Denon è forse lunica casa giapponese ad aver sempre avuto una grande tradizione di cuffie Hifi “serie”. La mia recensione quindi ha come riferimento la cuffia Denon AH-A100 e quindi con un prezzo di circa il doppio superiore alla Sennheiser, pertanto le critiche saranno magari anche molto profonde, ma il fatto stesso che si confronta un prodotto di altissima fedeltà con un prodotto professionale è già una spiegazione molto eloquente della bonta dell’ HD 25-1 II. Questa “piccole” cuffie hanno un bilanciamento timbrico sostanzialmente neutro, con buoni bassi ed una gamma media adeguata, seppure un po' eterea con certi strumenti. La gamma più alta invece mostra una certa attenuazione nella sua porzione più estrema, che certamente non disturba l'ascolto. La risposta in gamma bassa è dichiarata estesa fino a 16 Hz ma non è dato sapere con quale attenuazione. Ad orecchio direi che invece il classico punto a -3dB di attenuazione (al quale tutte le misure classiche fanno riferimento) sia più vicino ai 100 Hz che ai 20. Anche la sensibilità appare un po' ottimistica, essendo dichiarata a 120 dB SPL. La mia sensazione, da confronti fatti con altre cuffie, è che sia più vicina agli 100 dB. Il basso è ragionevolmente articolato e potente ma ovviamente non c'è da aspettarsi che scuota le fondamenta del vostro timpano. Possono suonare abbastanza forte ma la dinamica complessiva è ovviamente limitata dalle dimensioni della menbrana. Certo ci sono cuffie da Deejay con membrane da 53 mm come le DN-HP1000 e 53 con estensioni in basso non raggiungibili da altre cuffie con membrane da 50 mm o meno di diametro… Ci sono leggi della Fisica che neppure i progettisti HiFi possono cambiare... solo gli uomini del marketing hanno questa capacità! :-) Queste HD 25-1 II sono abbastanza vivaci, comunque, persino a livelli d'ascolto non elevati, ma il loro suono non è, ad esempio, neppure lontanamente confrontabile, in questo particolare parametro, con quello del riferimento, per intenderci. Per esempio, gli attacchi del rullante restano sempre un po' indietro, sia come intensità (salto dinamico) che come velocità di riproduzione. L'inizio con "Chucho’s Steps" del pianista Cubano Chucho Valdez (latin Jazz di alto livello) rivela un suono potente e dinamico, con estrema apertura. Nutro continui dubbi su quest'album da tempo, e finalmente questa cuffia insieme alla referance della prova me li ha confermati. Ed è un peccato. Bello da ascoltare è stato anche "Quiet Nights" di Diana Krall, specialmente il brano che da il titolo al CD. Un contrasto emozioni ricchissime e di pianoforte caldo e profondissimo, lo senti piacevolmente nello stomaco, frasi vocali emozionanti, fresche chitarre acustiche e il fruscio dei piatti della batteria (molto swing), e a sottolineare il tutto, molto lontana, ma sublimemente dettagliata e naturale, una completa sezione di archi al lavoro. Proseguendo nell'ascolto di altri dischi pop e rock ho continuato ad avvertire come il limite stesse nella qualità delle registrazioni. Certi CD avevano un suono orribile, altri erano davvero corretti sotto il profilo tonale e dinamico, ma mi facevano avvertire che i dettagli più piccoli erano stati spazzati via, che mancava qualcosa. O, in altri termini: con una tale dinamica ed un suono così ampio in frequenza ci si aspettava che il dettaglio fosse allo stesso livello, ma non era così. Perchè? Tanto per cominciare perchè non era mai stato registrato!!! Con la musica House di Little Louie Vega Elements of Life (2004) non puoi tecnicamente restare fermo.. il ritmo di queste cuffie è davvero coinvolgente, preciso, secco e “saporito”. Consiglierei questa cuffia al mio miglior amico, sicuro che mi ringrazierà per molti molti anni.
  24. Sono due macchine di alto livello, secondo me molto differenti per l'utilizzo finale, le caratteristiche del pioneer lo rendono la perfetta integrazione ai CDJ-900 e 2000. Se invece non usi questi player le forze in gioco cambiano. Ogni dettaglio è stato considerato nella progettazione del DN-X1700 esattamente come se si dovesse produrre un prodotto Hi-end (massimo livello qualitativo commerciale nel campo audio) in particolare per la sua rappresentazione sonora. Basti pensare al preampli microfonico progettato in configurazione "discreta" che permette un rapporto S/N in ingresso di 127 dB, mentre anche il phono ha un preamplificatore con un rapporto S/N in ingresso 89 dB con un proprio circuito discreto a configurazione FET la stessa utilizzata dall' Ampli integrato top di gamma Denon. Queste sono soltanto alcune feature tecniche del 1700.. bisogna ascoltarlo e provarlo per capire.
  25. el Chapulin

    Nuovo prodotto sostitutivo del Denon DN-S1200

    Probabilmente all'epoca si parlò di un prodotto che aveva ingannato molti (compreso il sottoscritto) Si ribadì più volte che le foto su internet del doppio player (di cui gli utenti del forum americano di Denon avevano all'epoca ampliamente parlato per poi smentire tutto..) trattasi di un fake (bufala) ovvero del DN-HC1700... pseudo doppio player con mixer associato a 2 canali... (che poteva sembrare il 600). Un apparecchio nato dal photoshop (ed anche da tanta fantasia) che ha imperversato per mesi nel forum statunitense della Denon.. che ha ingannato molti ed anche me..
×