Jump to content

el Chapulin

Members
  • Content Count

    639
  • Joined

  • Last visited

Everything posted by el Chapulin

  1. el Chapulin

    Cdj 350 : Prova e impressione generali !

    Più volte mi sono espresso in modo "duro" nei confronti dei prodotti pioneer, ma ho avuto modo di suonare più di una intera serata con in CDJ-350 e posso dire di aver avuto complessivamente una buona impressione, certamente superiore al CDJ-400, non capisco l'accanimento della discussione, il CDJ-350 è più essenziale del CDJ-400 ma è a mio avviso molto più efficace, ha uno jog molto (e vi invito a provarlo) più preciso del CDJ-400, inoltre ha un display molto meglio organizzato su 2 linee, e quindi se per Voi non è essenziale avere "lucette" va benissimo così... poì per gli effetti è tutta un'altra storia e comunque per quelli esistono i mixer. Il livello qualitativo del prodotto CDJ-350 è secondo me lievemente superiore al CDJ-400 (e comunque inferiore alla media dei prodotti pioneer del passato) quello che mi sembra poco sensato è il prezzo ma la politica dei prezzi di pioneer la conosciamo tutti.
  2. el Chapulin

    Prezzo in discesa per cdj 850

    Ricordatevi che sia Pioneer che Denon sono usciti con controller ancora molto "semplici" per testare il mercato... quando inizieranno a fare sul serio... ad esempio con S/W proprietario e magari con controller con jog stile CDJ 2000 oppure attivi come il DN-S3700 le cose cambieranno drasticamente... e se le "meteore" come l'S4 non faranno frutto di questo lasso di tempo per fare "esperienza" le grandi spazzeranno i piccoli concorrenti che si sono affacciati e faranno cartello...
  3. el Chapulin

    Prezzo in discesa per cdj 850

    La realtà e che il mercato USA ha pesantemente bocciato molti nuovi prodotti Pioneer, che quindi nel primo trimestre 2011 ha fatto un -37% (in riferimento al primo trimestre 2010, e questo dato è il peggiore da sempre)... quindi adesso si stanno preoccupando di "sistemare" i prezzi negli states e di conseguenza dovranno farlo anche in europa... altrimenti vai con il parallelo e vedremo sempre più deejay con i trasformatori a 110V Il mercato cambia e i controller avanzano... vedrete che anche il controller di Pioneer (che invece vende e quindi è in controtendenza con i player) avrà presto una limatura di prezzo... Pioneer perde tantissimo in borsa (comunque meno di Sony) e penso che ne vedremo delle belle... chi ci guadagna alla fine saremo finalmente Noi utenti finali... PS. Il dato negativo di pioneer è giustificato dal fatto che è il leader del mercato dei player, mercato che indubbiamente sente la concorrenza sempre maggiore dei controller... Il successo Del Control S4 (in primis) e del DN-MC6000 tolgono mercato...
  4. el Chapulin

    Prezzo in discesa per cdj 850

    Pioneer in Japan (a differenza di altri) non costruisce niente da anni...
  5. el Chapulin

    Official Thread >> Allen & Heath Xone 42

    Tutto ciò che dici è vero ma occorrono anni per cambiare le tendenze, pensa... quest'anno il nuovo responsabile Denon DJ per l'europa è colui che ha diretto Allen nei ultimi anni, potrebbe non cambiare nulla per Denon (dubito) ma le scelte premiano soltanto con il tempo.
  6. el Chapulin

    Official Thread >> Allen & Heath Xone 42

    Testai... in tempi non sospetti il Nuo 4.0, e senza alcun dubbio affermai all'epoca che si trattava dell'analogico più performante in circolazione. Forse però oggi con il vinile c'è un mixer molto superiore che vi invito ad ascoltare, infatti sia il DN-X1600 che il DN-X1700 hanno un preamplificatore Phono allo stato dell'arte e se ascoltati con le dovute attenzioni magari evitando di utilizzare la parte digitale sono davvero superiori. L'impressione mia e di altri colleghi e che Allen si stia via via dedicando sempre più ai mixer per applicazioni live, e lentamente inizi a dedicare meno attenzioni ai prodotti da DJ, questo è iniziato quando la casa è entrata a far parte del gruppo D&M (Denon & Marantz) e stranamente da quel momento Denon ha iniziato a tirare fuori mixer fuori dal comune, ritengo che probabilmente si stanno dividendo le attività, e che molta dell'esperienza di Allen contribuisca allo sviluppo di nuove macchine Denon.
  7. Il DN-S3700 non ottiene grandi migliorie se accoppiato al DN-X1600, alla fine non sono collegati come nel caso della pioneer, quindi il risultato non cambia molto, sarebbe stupido (questo si) utilizzare un DJM-900 con un player come il DN-S3700 quindi senza la possibilità di usufruire dei vantaggi dell'interazione fra mixer e player che il Nexus offre, quindi consiglio il Nexus fondamentalmente a chi possiede già una coppia di CDJ-900 oppure CDJ-2000, poì ognuno è libero di far ciò che vuole. Un collega incontrato venerdì scorso a Nizza suonava con una coppia di CDJ-900 e il DN-X1700 (e aveva venduto da poco il DJM-800) e faceva cose con il mixer davvero "spegiudicate"...
  8. Il preamplificatore phono che utilizza il DN-X1600 è lo stesso del DN-X1700, cioè il migliore (per sensibilità e rapporto S/N) mai impiegato per un mixer professionale, quindi con un giradischi (con un 1200) ed una buona puntina può essere una incredibile sorpresa... Forse il DN-X1600 dovresti confrontarlo davvero con il Nexus... che ha in più delle funzionalità che riguardano l'interazione con i CDJ pioneer (ma solo i 900/2000), poi per il resto è una revisione del DJM-800 con un layout più evoluto... ma come prestazioni in digitale ed effetti vari dubito davvero che sia superiore ad un mixer con DAC 32bit "reali" ed un DSP sempre a 32bit (DN-X1600)... e ancora meno del DN-X1700.
  9. el Chapulin

    cdj 350: quale può essere la sua alternativa-rivale?

    Sono assolutamente identici e comunque questo non significa che tutti i player hanno avuto problemi, si parla di pochissime unità, le mie ad esempio (dicembre 2008) non hanno avuto alcun problema... quindi ti consiglio sempre (sia Pioneer che Denon) il nuovo. E ti consiglio di comprare sempre prodotti del distributore ufficiale italiano (sia Pioneer che Denon) per avere la massima garanzia che se qualcosa non dovesse funzionare (qualsiasi prodotto tu scelga) non diventi per te un problema spedire i player in giro per l'europa.
  10. el Chapulin

    cdj 350: quale può essere la sua alternativa-rivale?

    Prenderei il CDJ-350 se non ho particolari esigenze di loop ed hot-cue. Altrimenti il DN-S1200 che offre di più dal punto di vista della creatività live (loop e vari magheggi). Ps. Vorrei chiarire alcuni punti riguradanti l'upgrade del DN-S1200, è facile creare "leggende" quando si parla di prodotti non Pioneer, pertanto... i problemi di upgrade di firmware del DN-S1200 hanno riguardato soltanto un primo stock di macchine (2008) che ha avuto delle difficoltà nell'aggiornamento, difficoltà comunque superabili che nelle condizioni più critiche sono state effettuate dal centro assistenza italiano* (in garanzia*), i stock successivi non hanno evidenziato questo problema. La mia critica a Denon è la seguente, "era davvero necessario inibire la lettura dei file Mp3 nella prima realease del player (per motivi commerciali)?"; questa operazione fu fatta per tutelare il DN-S1000 ancora in vendita... ed ha creato solo più grattacapi. * chi non ha acquistato in Italia il prodotto ha dovuto arrangiarsi autonomamente, per questo consiglio sempre di acquistare i prodotti "locali".
  11. el Chapulin

    cdj 350: quale può essere la sua alternativa-rivale?

    Se si esclude il prezzo il DN-S1200 è al momento il suo concorrente diretto (come lo era del CDJ-400), ma è (sulla carta) più completo e performante, poi le sensazioni ed il feeling che può dare sono diversi (ma è tutto molto soggettivo). I pro ed i contro secondo me sono: CDJ-350 Pro: Estetica pulita e sofisticata, Semplicità d'uso, Multimedialità, Jog molto performante, Status Symbol legato unicamente al brand. Contro: Mancanza di effetti, Qualità complessiva (non nei standard di altri prodotti pioneer), Prezzo ingiustificato. DN-S1200 Pro: Macchina completa e performante, Qualità costruttiva, Estrema trasportabilità, ottimo rapporto qualità/prezzo, è il player Denon più venduto in Italia sino ad ora. Contro: Alcuni Upgrade di Firmware ("infelici") macchinosi, uso immediatamente poco intuitivo, Jog e tasti dal feeling "diverso", gestione dei file compressi in USB meno pratica. Queste sono secondo me le differenze che ho trovato personalmente nelle macchine, ma poì la scelta è sempre qualcosa di profondamente personale.
  12. Mi sembrerebbe più sensato se rimanessero soltanto CDJ-850 e CDJ-2000 ed i nuovi controller con il mixer Nexus ed il DJM-700... ma se fosse vero (e non faccio fatica a crederlo) sarebbe una vera rivoluzione... Ma anche se fosse vero immagino che NESSUNO sino ad un giorno prima si farà scappare questa informazione... altrimenti viste che le "scelte" di molti Deejay sono pesantemente influenzate dall'immagine che hanno alcuni prodotti "status symbol"... come li vendi più i prodotti dismessi?
  13. Acquistare una consolle così per poi utilizzarla con il Traktor è come acquistare una ferrari solo per ascoltare il rumore del suo motore... in garage... Le voci di dismissione per pioneer erano plausibili ma un'anno fà... quando la sua situazione era davvero tremenda, adesso se ci sono novità vuol dire che stanno tagliando ma mi sembra davvero troppo strano... chissà
  14. Meraviglioso, completo, tremendamente fuori moda (ma ci sono amanti di questi prodotti che magari lo inserirebbero in un Rack con un bel Rotary mixer), dalle prestazioni pazzesche... sono due CDJ-900 messi insieme... o forse di più... si certamente di più... dove finisce la fantasia iniziano le sue caratteristiche... Per il popolo "audiofilo" il marchio Pioneer non è uno di quelli che viene in mente subito, probabilmente per via dell'orientamento strettamente "consumer" che la casa giapponese ha assunto nei confronti del mercato HiFi, preferendo destinare solo alcuni particolarissimi prodotti alla "nicchia" audiophile, quasi come a voler dire “Guardate che ci sarei anche io”. Non è sempre stato così e, ad esempio, il lettore della sere Elite Pioneer PD 95 (e prima ancora il PD 91) in pieni anni 90’ furono macchine di ottima reputazione audiophile, riprese e modificate da più costruttori "hi-end" ed ancora oggi considerate di buon livello. A poco a poco la Pioneer si è fatta da parte per consentire l’utilizzo di risorse verso altri “mercati” ritagliandosi solo alcuni prodotti audiofili come la serie G- Clef per mantenere (sia pure ridotta a lumicino) una posizione di prestigio nel cuore degli audiofili, posizione che le competeva almeno per blasone, visti i trascorsi d'oro negli anni '70 e '80. La pioneer non ha smesso, tuttavia, di produrre lettori CD, donandogli un'estetica più ricercata e qualche piccola modifica… alcuni hanno anche l’ingresso USB. Il Pioneer MEP 7000 è un lettore professionale a due telai estremamente complesso (difficile trovare qualcosa meno completo). Ha delle particolarità che lo rendono estremamente interessante per i deejay e perché no anche per l'audiofilo principiante...e non solo. Intanto possiede due uscite digitali - udite udite! - coassiale elettrica al posto della solita (e peggiore) ottica, ma in campo professionale questo è lo standard. Questo significa che può essere usato come meccanica da abbinare ad un buon convertitore esterno. Poi è estremamente "multimediale", costa il giusto, legge tutto (ma proprio tutto) e, come vedremo più avanti, non suona male per quel che costa. Tecnicamente, l’MP7000 è un doppio lettore CD di tipo bitcheck (Continuous Calibration, con filtro Legato Link ad 1bit), fa uso di una meccanica che legge di tutto, anche i CD-RW e i DVD-ROM (con Mp3/AAC)!!!. Ovviamente, dispone anche di tutti i gadgets che potete immaginare: Un controller meraviglioso che in qualche modo ricorda l’impostazione di Layout dei CDJ-500S (che ho posseduto) Se non si fa caso al meraviglioso e legibilissimo (sotto ogni angolazione e stato di luminosità) display, sembra di essere tornati indietro di 15 anni (ritornano ricordi di spensierata giovinezza); peccato solo che il menu è soltanto in inglese ma poco male . La meccanica ha misure standard (483 x 91 x 325) e peso...non proprio minimale, come è lecito aspettarsi. Il cabinet è un monolitico "anti-vibrazione" e l'aspetto esterno conferisce quel non so che di prettamente professionale. Recensire prodotti professionali dal punto di vista della qualità audio è piuttosto semplice da un lato… si capisce subito cosa c'è che non va… ma un po' complesso dall'altro… non si riesce mai a trasmettere le sensazioni in rapporto al prezzo. Ecco, questo è un parametro che vi invito a tenere ben in mente durante la lettura. Questo CD player offre moltissimo in termini di "features" ad un prezzo (pensateci bene) veramente basso. L'equilibrio timbrico di questo lettore è tendente al neutro, con una gamma alta che a tratti va in evidenza, senza peraltro sconfinare nello squilibrio. I piatti, ad esempio, suonano un po' "elettronici" - se mi passate il termine - ed anche quelli "veri" sembrano prodotti da una drum-machine. Per capirci, la loro ricchezza armonica è limitata e quindi suonano tutti un po' "uguali" perchè il lettore si concentra sulla fondamentale tralasciando le armoniche che contribuiscono alla definizione del timbro dello strumento. Tuttavia, alla fine, la sensazione che lascia è quella di un suono tendenzialmente caldo ed arrotondato in alto. Qualcosa di simile avviene anche in gamma media, specie sul pianoforte, vero strumento killer per la macchine pro. Inutile pretendere le note del pianoforte in tutta la loro impressionante ricchezza armonica da lettori così particolari. Sulle voci, pur mancando un po' di dettaglio e definizione, non si comporta male, anzi si concede anche un po' di "respiro" e di aria. Le sibilanti non sono mai troppo fastidiose e persino alcuni brani di “Pacience” di Geoge Michael vengono riprodotti con un controllo ammirevole, seppur qualche traccia di impastamento faccia capolino nei momenti più topici. Sul basso e sul medio basso il 7000 fa proporzionalmente meglio, sfoderando grinta e controllo anche nei tormentati passaggi di "Main Vein" dei Jamiroquai, davvero una convincente performance che invita a ballare. Non è una gamma bassa da far gridare al miracolo, ma possiede una buona quantità, anche se non tutta la qualità. Per capirci, ha un basso confrontabile, seppur lievemente più teso, del DN-S1200 mentre non ha l'articolazione e la pulizia del CDJ-1000MK3 che però costava (in proporzione) quasi il 50% in più (senza avere le pressochè infinite possibilità multimediali del MEP-7000). Per quanto riguarda la dinamica bisogna dire che i player professionali hanno fatto passi da gigante su questo parametro e così, mentre i primi lettori come i CDJ-100S e DN-S1000 ma anche i vari CDJ-500II/S e perché no DN-S5000 annaspavano alla grande, questo MEP-7000 se la cava con onore, sfoderando un suono abbastanza vivace e pulsante, non esplosivo ma certamente sufficiente per lo scopo per il quale è stato progettato ovvero per essere inserito in una catena audio destinata ad una discoteca. Per capirci, i colpi secchi di drum machine (che hanno fronti di salita spesso ripidissimi) sono stati riprodotti con buona velocità ed impatto, anche quando il lettore CD era impegnato a dipanare trame complesse come nell'apparentemente semplice brano "Just The Way You Are" di Diana Krall (live in Paris). Per capirci ancora meglio: se questi brani non fanno vibrare la porta o la finestra a ritmo di Musica...la colpa non è del MEP-7000 ma del resto dell'impianto :-) La velocità ed in particolare il microcontrasto (la capacità di seguire piccole variazioni dinamiche) lasciano un po' di amaro in bocca ogni tanto....ma mai come in questo caso si deve ricordare la tipologia dell'oggetto in prova. Dal punto di vista meramente “cririco” sonoro...che vi devo dire? Costa il giusto ed ha caratteristiche evolutissime (e molto di moda) per i deejay moderni è possibile utilizzare il controller con i principali S/W sul mercato ed è quindi una macchina pronta ad accompagnarvi per molto molto tempo senza diventare obsoleto ma sonicamente... non fa miracoli, ma suona in maniera dignitosa, credibile e composta. Non è preciso, non è dettagliato, non ha immagine....ma molte (direi tutte) queste lacune diventano "invisibili" quando il lettore verrà inserito in un impianto ad esso consono, dove i possibili colli di bottiglia (amplificatori di potenza rudi e crudi e diffusori con tweeter caricati a tromba) possono presentarne di ben più gravi. Questo MEP-7000 mi è piaciuto tantissimo, ero molto curioso e la mia recensione era molto “personale” poiché dalle mie impressioni sarebbe scaturito… a breve l’acquisto di questo prodotto, non acquistavo prodotti pioneer da molto tempo, anche perché sono vittima della mia razionalità che mi porta a soppesare molto gli acquisti in campo professionale, troppo spesso i prodotti di questo brand sono proposti a prezzi ingiustificatamente elevati, e questo MEP-7000 è la prova fondamentale che giustifica le mie impressioni, produrre una “macchina” così completa e performante e proporla ad un prezzo di circa 1300€ fa capire come sia ingiustificato il prezzo di molti lettori singoli con meno funzioni e con prestazioni mediocri…
  15. el Chapulin

    Crossover o equalizzatore?

    Attenzione: Il basso della musica latina è quasi sempre acustico... quindi è in un range differente da quello elettronico della musica House...
  16. el Chapulin

    Recensione Pioneer MEP-7000... il due telai che non ti aspetti

    Se osservate bene la disposizione dei comandi principali scoprirete che il "copia e incolla" avvolte può essere vantaggioso anche in campo industriale... Era una gran bella macchina... non senza difetti (lo sportellino non sempre era reattivissimo) ma permetteva grandi cose per l'epoca... il loop era fantastico ed era regolabile in uscita... bello compatto e robusto.
  17. el Chapulin

    Recensione Pioneer MEP-7000... il due telai che non ti aspetti

    Perdona la mia espressione.. niente di personale, ma mi vien da "ridere" quando mi viene chiesto se questa macchina ha il tipico "feel pioneer", Se per feel intendi la opposizione al movimento che il pitch "dona al dito" allora si... ma il valore in Newton non sono in grado di valutarlo, per me è identico al CDJ-100... che è esattamente uguale al DN-S1200 (che di certo non è pioneer) ma che è minore del DMP-555, che aveva il la leva del pitch che offriva molta poca resistenza (ma che senz'altro era un prodotto pioneer). Le sensazioni che la jog mi ha dato sono le stesse del leggendario CDJ-500S, quindi più precise ed immediate del CDJ-100/200 e anche 400... secondo me niente di più pioneer sino ad ora (escludendo i Jog grossi stile CDJ 800/1000).
  18. el Chapulin

    Recensione Pioneer MEP-7000... il due telai che non ti aspetti

    Non avrei potuto spiegare meglio. Vorrei che questa recensione facesse partire da Voi una considerazione sul reale valore del prodotto. Spendere 1400€ (più o meno) per un prodotto di questo livello e con queste caratteristiche è un buon investimento. Questa macchina è attualissima ed al tempo stesso aperta al futuro (il controller è anche venduto separatamente per essere utilizzato come con un S/W), garantisce nel lungo periodo una interfacciabilità pressochè assoluta con tutto.. Esistono player singoli della Pioneer con un valore di 700€ in grado di garantire queste prestazioni?
  19. el Chapulin

    Pioneer Nexus

    OT: Certamente fra i prodotti di pioneer definibili come "flop" o meglio "sfortunati o "incompresi" come meglio volete, io inserisco : 1) CDJ-200 2) DMP-555 3) DJM-707 4) DJM-909 5) CMX-5000 & 3000 Almeno questi secondo me sono stati i più grossi...
  20. el Chapulin

    Vestax PMC-CX Carl Cox Professional

    Ho fatto conoscenza con questo meraviglioso mixer, trovato in un locale di Nizza... che dire... volevo portarmelo via a fine serata... tutto ciò che serve... e poi l'eleganza dei vu-meter ad ago... che eleganza... e che robustezza... mixer così non ce ne sono più.
  21. el Chapulin

    Pioneer Nexus

    Penso che il DJM-2000 sia più un mixer da club, intendo non inseribile in una consolle mobile..
  22. el Chapulin

    Pioneer Nexus

    Ho già più volte in altre discussioni parlato di prodotti Pioneer che a mio avviso sono il massimo senza nessun preconcetto, e che per l'europa semplicemente non esistono (MEP-7000 in primis ed il mitico CDJ-1000MK3 che in giro ancora lo vendono) , in effetti i player di primo livello sono un poco fuori mercato per i neo-dj... ma ti assicuro che di CDJ-400... almeno frà i DJ che suonano latino ce ne sono davvero tanti... e nelle discoteche ho visto moltissimi CDJ-200 (forse il più sfortunato dei player pioneer) e quanti continuano a chiedermi cosa ne penso del DJM-350... (n.d.r); gli stessi DN-S1200 (usciti prima del CDJ-400) sono in listino e a parte qualche intoppo sui vari firmware da upgradare (che potevano pure evitare) sembra stia vendendo più oggi che quando venne presentato (certo non come i pioneer ma il suo mercato inizia ad avercelo), e molti dj iniziano ad utilizzarlo anche come controller... (io no... perchè pensavo fosse difficile e invece adesso un un DJ di 19 anni mi ha fatto notare che sono un pò rincoglionito). Eppure ne ho speso di soldi in prodotti di questo marchio... (2 CDJ-500II + DJM-500) e poi i piccoli (2 CDJ-500S + DJM-300) poi non contento (4 DMP-555... si 4) poi il DJM-800... dimenticavo una cuffia SE-5000DJ ed una delicatissima 1000... ho creduto nel marchio e continuo a crederci perchè quando giro per locali in Italia e ultimamente molto in Francia e non ho la mia strumentazione trovo 10 volte su 10 (in Italia) prodotti pioneer e li trovo 7 volte su 10 all'estero... e sono sempre per me la garanzia di una performance piacevole e creativa, ma Pioneer a smesso da qualche annetto di essere pioniera e manda sempre più spesso troppo avanti gli altri...
  23. el Chapulin

    Pioneer Nexus

    Lo spirito critico "particolare" verso delle produzioni recenti di pioneer nasce da una reale considerazione del mercato. Ho più volte sottolineato che la politica di prezzi "al massacro" della casa leader del mercato dei player è esclusivamente avvallata dal mercato europeo. Il quantomeno tiepido successo del CDJ-350 (di cui ho parlato sempre bene quando ho avuto modo di metterci le mani sopra) è purtroppo il risultato di questa "corsa al rialzo" che non ha fondamenti reali nei costi di produzione o di promozione del prodotto. Questo nuovo mixer rappresenta (per me) una naturale evoluzione del DJM-800 che integra avanzate interfacce con i player di punta della casa, e che intende rafforzare le vendite di quei prodotti (CDJ-2000, ma particolarmente CDJ-900) che integrano tali funzioni. Quando uscii molto tempo fà il DJM-800 (del quale sono stato possessore per circa un anno) il panorama commerciale non prevedeva concorrenti (all'altezza) nel campo dei mixer "digitali", pertanto il prezzo (anche se molto elevato) era in parte giustificato dal fatto che tale macchina era all'avanguardia per l'epoca (esattamente come il CDJ-2000 oggi). Il primo mixer in grado di competere (almeno sulla carta) con il DJM-800 fù il Korg 04, ma la qualità del prodotto ed il brand fortissimo (due qualità fondamentali) riuscirono a mantenere alte le vendite di un prodotto che solo negli ultimi 2 anni ha forse segnato un pochino il passo (ma neanche tanto visto che con il prezzo un pochino più limato vende tantissimo). Adesso con un prezzo prossimo ai 1900€ (che poi magari saranno 1800€ in negozio), la casa dal brand più forte del campo professionale mi presenta un prodotto (validissimo) ma che escludendo le integrazioni (con prodotti proprietari) è le opportune migliorie che negli anni sono arrivate è una versione rivisitata e corretta del DJM-800 che non dimentichiamo che se dovesse scendere adesso di prezzo ed arrivare diciamo a 1000€ ridiventerebbe il leader del mercato in pochissimo tempo... Per quanto riguarda le partnership con NI... al momento penso che tutte più grandi le case le abbiano siglate (è interesse di NI) ma penso anche che sia Pioneer che Denon abbiano in cantiere un S/W proprietario che sarà la risposta a questo "momento di confusione" attuale... naturalmente il migliore di questi S/W vincerà la partita... peccato per Serato e per le sue scelte... nel pieno delirio di onnipotenza ha pensato di alzare troppo la posta... Ps. Quando uscii il DN-X 1700 penso che la "certificazione TSP" (Traktor Scratch Certified TSP v126) per i mixer non fosse ancora stata creata e per questo il più piccolo DN-X 1600 ha questa certificazione...
  24. el Chapulin

    Prime impressioni sul DN-MC6000

    Non utilizzo molto i toni... tendo ad utilizzare con il Traktor i kill dei bassi con curve di intervento che magari pre-imposto per la musica latina, devo dire che la presenza di molti pulsanti e controlli mi aveva spaventato all'inizio... poi se fai un poco di pratica e inizi ad operare con il S/W con maggiore padronanza molti comandi iniziano ad avere un perchè... adesso sono meno preoccupato, ma bisogna avere una apertura "mentale" e la voglia di apprendere e comprendere il perchè di un così articolato layout per poter capire questa macchina. Io ero scettico le prime tre ore... adesso inizio ad essere moderatamente entusiasta... e cresce la mia voglia di scoprire tutte le possibilità di questo controller.
  25. el Chapulin

    Pioneer Nexus

    Le ottime vendite negli states del CDJ-850 e le scarse del CDJ-350 sono un importante osservatorio per Pioneer che ha sotto osservazione le vendite del CDJ-900 (molto sotto le loro aspettative) e che potrebbe abdicare per giugno. L'uscita di questa ricca evoluzione del DJM-800 (mixer non più leader di vendite nella sua categoria come in passato) potrebbe rinverdire l'interesse per il CDJ-900 (per chi non può permettersi il 2000) e quindi scongiurare l'ennesimo infanticidio commerciale (n.d.r CDJ-400)... che il mercato finanziario... certo Pioneer è quotata a Wall street (PIO) non gradirebbe assolutamente.
×