Jump to content
peppev84

A Cosa Serve Un Compressore Audio?

Recommended Posts

in breve....

 

il compressore serve a contenere il picco di un suono, ad esempio un rullante....

comprimendolo avrai un picco minore quindi le tue orecchie soffriranno meno.... happy.gif

 

nel compressore hai sostanzialmente 2 parametri (lasciando stare attacco e rilascio), la soglia (treeshold) e il rapporto (ratio)....

la soglia serve per stabilire a che livello iniziare a comprimere, in pratica a "spuntare" il picco, il ratio è un rapporto, ad esempio con il ratio impostato a 2:1 quando il suono raggiunge la soglia, la sua intensità sarà dimezzata, se il rapporto è 3:1 il suono verrà ridotto di 3 volte....così via fino ad un rapporto di infinito:1, vuol dire che il suono arrivato alla soglia si fermerà e non aumenterà la sua intensità di nulla....

 

compressor-graph-01.gif

 

 

ciaoo !!!

Share this post


Link to post
Share on other sites

<div class='quotetop'>CITAZIONE (The Clown @ 13 Nov 2009, 18:52) <{POST_SNAPBACK}></div>

in breve....

 

il compressore serve a contenere il picco di un suono, ad esempio un rullante....

comprimendolo avrai un picco minore quindi le tue orecchie soffriranno meno.... happy.gif

 

nel compressore hai sostanzialmente 2 parametri (lasciando stare attacco e rilascio), la soglia (treeshold) e il rapporto (ratio)....

la soglia serve per stabilire a che livello iniziare a comprimere, in pratica a "spuntare" il picco, il ratio è un rapporto, ad esempio con il ratio impostato a 2:1 quando il suono raggiunge la soglia, la sua intensità sarà dimezzata, se il rapporto è 3:1 il suono verrà ridotto di 3 volte....così via fino ad un rapporto di infinito:1, vuol dire che il suono arrivato alla soglia si fermerà e non aumenterà la sua intensità di nulla....

 

compressor-graph-01.gif

 

 

ciaoo !!![/b]

 

ecco questa è quella che definirei una perfetta spiegazione pratica biggrin.gif grazie Clown wink.gif completerò lo stesso la lettura perchè comunque è una cosa interessante ma ai fini pratici questo basta e avanza almeno per un livello base di utilizzo wink.gif

Share this post


Link to post
Share on other sites

The Clown ha dato un ottima spiegazione pratica smile.gif

 

La completo io

 

Attacco: velocità con il quale il compressore entra in azione una volta dato il segnale di comprimere (esempio classico smile.gif : compressione in sidechain con cassa che comprime basso, quando la cassa picchia, il compressore entra in azione sul basso con un certo ritardo, quantificabile con il parametro ATTACK)

 

Rilascio: è il contrario, è il tempo che ci impiega il compressore a smettere di comprimere dal momento che viene a mancare il segnale di compressione

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sposto la discussione in "Discussioni generali sulla produzione" e la metto in rilievo.

Grazie a tutti quelli che hanno contribuito e contribuiranno.

Queste sono thread interessanti e costruttivi per tutti wink.gif

Share this post


Link to post
Share on other sites

Brafi brafi...

Un buon compressore aiuta a dare corpo a basi ritmiche troppo secche soprattutto nelle produzioni "fully digital" che allo stadio finale non hanno modo di avvantaggiarsi di un buon mastering "esterno" in analogico...visto che "secondo me" anche software di varie migliaia di euro non arrivano alla definizione di un discreto prodotto hardware a causa delle purtroppo congenite defezioni dell'audio digitale derivante dai poco generosi "formati di compressione"...ma badate bene questa è solo una mia forma mentis...la mia parte analogica che tende sempre a balzare fuori...

 

Per me il compressore è compagno instancabile del riverbero esagerato, distorto e roboante della parte "sostenuta" (dal compressore stesso) di una cassona!

 

Ancora complimenti al clown e a ze per l'input dato al forum!

Share this post


Link to post
Share on other sites

<div class='quotetop'>CITAZIONE (Dj Ze @ 17 Nov 2009, 21:35) <{POST_SNAPBACK}></div>

The Clown ha dato un ottima spiegazione pratica smile.gif

 

La completo io

 

Attacco: velocità con il quale il compressore entra in azione una volta dato il segnale di comprimere (esempio classico smile.gif : compressione in sidechain con cassa che comprime basso, quando la cassa picchia, il compressore entra in azione sul basso con un certo ritardo, quantificabile con il parametro ATTACK)

 

Rilascio: è il contrario, è il tempo che ci impiega il compressore a smettere di comprimere dal momento che viene a mancare il segnale di compressione[/b]

ciao a tutti i cari amici dj, questo è il mio primo intervento in questo sito,e, data la mia poca esperienza per quanto riguarda i forum, spero tanto di non sbagliare nulla.

Mancherebbe da decrivere un'altro parametro, il MAKE UP gain, un semplice guadagno in voltaggio degno di nota, dato che contraddistigue il suono di molti compressori outboard vintage grazie ai trasformatori in uscita, quale l'1176 della UREI (nascosto sotto il nome di output,)

Questo controllo ti permette di "recuperare" l'ampiezza persa a causa della compressione, ridando volume alla traccia.

Occhio però a non compressare troppo la traccia, altrimenti si rischia di perdere la dinamica. Si poterbbe stare qui giorni a parlare di compressori, ma ahime non ho così tanto tempo.

    1176.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites

Siccome mi stavo interessando dei compressori e stavo approfondendo la questione avevo una domanda....

 

A quanto ho capito si indica sul Treshold la soglia in dB a partire dalla quale si vuole iniziare a comprimere il suono (ratio).

 

Quindi deduco che la compressione su un sintetizzatore statico, che ha il volume fissato, sia praticamente inutile, sbaglio?

 

 

Quello che mi chiedevo è....

 

Mettiamo che ho un sintetizzatore che partendo da 0dB sale fino a 90dB con un andamento lineare (come se fosse la funzione x per esempio), imposto il treshold a 30dB, a cui assegno una ratio di 2:1, significa che il mio suono da 0 a 30 segue l'andamento della funzione x e da 30 a 90 mi segue l'andamento della funzione x/2?

Su Reason per esempio, devo andare molto ad orecchio per impostare i parametri del compressore dato che non ho valori in dB espliciti, o sbaglio?

 

Comunque sia....non riesco proprio a capire in che caso usare un compressore! Qualcuno che possa aiutarmi?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Diciamo che praticamente hai capito come funziona.... anche se i valori che si usano di solito sono dbu,dbv o dbfs che sono quasi esclusivamente negativi...

per cui il tuo suono raggiungerà per esempio i -6db e setti il compressore a -20db....

Il compressore non serve però soltanto a compensare differenze di volume (ad esempio tra una parte suonata piano ed un forte)... serve sopratutto a ridurre il range dinamico che un suono può avere, e parliamo di differenze di livello che si presentano a distanza di millisecondi l'un l'altra, proprio nella forma d'onda del suono stesso....

quest'immagine mi sembra abbastanza chiara:

Sidebysideexample1.jpg

La prima forma d'onda non è compressa e presenta dei picchi, il compressore lo si usa per abbassare il livello di questi.... come puoi vedere la seconda forma d'onda non sale più di tanto! Ora se vai ad alzare il volume della seconda fino a dove arrivavano i picchi della prima, hai come risultato che questo suono "suoni più forte"..... perchè nonostante raggiungi sempre lo stesso picco di prima, "tiri su" le parti più basse....

Per i valori.... lascia stare.... il miglior analizzatore è l'orecchio!

Ovviamente si va anche oltre quest'uso e lo si usa per mooooolto altro

Share this post


Link to post
Share on other sites

Mi sei stato utilissimo davvero, praticamente io comprimo il suono ma come obbiettivo finale ho che quest'ultimo esce più forte riducendo notevolmente anche il rischio di distorsione no?

 

Per esempio...potrei mettere un compressore alla cassa? per far suonare quest'ultima più corposa???

 

Altra cosa, questa è una traccia su cui sto lavorando

 

http://soundcloud.com/edoardomelloni/dancing-kids-edoardo-melloni

 

Tu solamente guardando lo spettro riesci a capire se io stia usando dei compressori o meno?

Edited by Edo_Rm

Share this post


Link to post
Share on other sites

esatto, però ne perdi sull'attacco che risulta meno evidente data la minor differenza tra attacco e corpo...

c'era un thread in cui parlavamo proprio di questo tempo fà.... se lo trovo lo linko qua.

 

EDIT:trovato!

http://forum.webdeejay.it/threads/79449-Migliorare-Il-Suono-Di-Un-Progetto

un bel thread!

 

RE-EDIT: comunque si, si vede che usi poca (o nessuna) compressione, si vedono gli attacchi delle percussioni che sbucano in alto facendoti perdere 2 o 3 db di volume.... ;)

Edited by bich

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ragazzi e utile un compressore tra mixer e amplificatore con attaccati cdj 200 e mixer??..o serve solo x strumenti?? grazie mille byee

Share this post


Link to post
Share on other sites

in una situazione djistica serve a poco.... può essere utile settato come limiter per evitare che vengano inviati alle casse segnali troppo forti... ma molti amplificatori e casse attive ne montano già uno al proprio interno...

il compressore serve per diminuire la dinamica del segnale in esecuzione che è elevata in caso di strumenti acustici e minima quando si stanno mandando brani già finalizzati con una dinamica già "ristretta"

Share this post


Link to post
Share on other sites
in una situazione djistica serve a poco.... può essere utile settato come limiter per evitare che vengano inviati alle casse segnali troppo forti... ma molti amplificatori e casse attive ne montano già uno al proprio interno...

il compressore serve per diminuire la dinamica del segnale in esecuzione che è elevata in caso di strumenti acustici e minima quando si stanno mandando brani già finalizzati con una dinamica già "ristretta"

eh si allora è come pensavo io :) solox roba acustica!

attendo altri pareri ! grazie

Share this post


Link to post
Share on other sites

su impianti grossi si usano dei limiter tra mixer e PA per evitare di danneggiare\forzare troppo le casse, ma si parla di roba grossa, in casa rischi solo di distruggere la dinamica. quindi no, inutile. ;)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ragazzi siete fantastici, ma non c'e nessuno di milano che posso affiancare durante le sue produzioni in modo da vedere come si comporta con i suoni e gli strumenti?

Share this post


Link to post
Share on other sites
Diciamo che praticamente hai capito come funziona.... anche se i valori che si usano di solito sono dbu,dbv o dbfs che sono quasi esclusivamente negativi...

per cui il tuo suono raggiungerà per esempio i -6db e setti il compressore a -20db....

Il compressore non serve però soltanto a compensare differenze di volume (ad esempio tra una parte suonata piano ed un forte)... serve sopratutto a ridurre il range dinamico che un suono può avere, e parliamo di differenze di livello che si presentano a distanza di millisecondi l'un l'altra, proprio nella forma d'onda del suono stesso....

quest'immagine mi sembra abbastanza chiara:

Sidebysideexample1.jpg

La prima forma d'onda non è compressa e presenta dei picchi, il compressore lo si usa per abbassare il livello di questi.... come puoi vedere la seconda forma d'onda non sale più di tanto! Ora se vai ad alzare il volume della seconda fino a dove arrivavano i picchi della prima, hai come risultato che questo suono "suoni più forte"..... perchè nonostante raggiungi sempre lo stesso picco di prima, "tiri su" le parti più basse....

Per i valori.... lascia stare.... il miglior analizzatore è l'orecchio!

Ovviamente si va anche oltre quest'uso e lo si usa per mooooolto altro

I dischi di una volta suonano meglio proprio perché quelli che facevano il mastering non applicavano queste tecniche; ascoltando dei dischi del '70 '80, si sente in molti brani come la dinamica aumenti anche di 4 dB quando il batterista andava a compiere un assolo. I dischi di oggi sono moolto piatti, e non restituiscono quella sensazione di realtà che si prova quando un musicista sta suonando uno strumento, cioè il fatto che anche se fosse il più bravo può succedere che suoni più "forte" degli altri.

Edited by MarcoG

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

×