Jump to content
donpasquale

Tappi Sotto Le Cuffie

Recommended Posts

ragazzi

mi sembra strano ma ho sentito e visto dei dj che usano dei tappi(a stile quelli quando si vanno a vedere le gare di auto,o si usano in aziende dove ci sono macchinari molto rumorosi)sotto le cuffie

mi chiedevo a che servono??

per le monitor a volume troppo alto?

per avere una migliore isolamento rispetto all'esterno?

bhò

o sarà una cavolata??

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sono utilissimi..servono a ridurre l'esposizione del nostro orecchio a suoni troppo alti che potrebbero risultare dannosi!

 

Avere una monitor da 500 watt in faccia non è sempre salutare per il nostro orecchio..anzi dennosissimo..si cercano di evitare questi danni che poi potrebbero risultare permanenti all'orecchio..i cosiddetti acufeni.

 

Quindi assolutamente meglio ridurre di alcuni db il suono con dei tappi che esporsi con l'orecchio nudo a diffusori potentissimi! Ne va del nostro lavoro e della nostra passione!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sono D.P.I prescritti per legge. Ogni locale ha d'obbligo la verifica per il lavoratore sulla dose di rumore (ex legge 277). Quando questa esposizione supera alcuni paramteri, il lavoratore è obbligato all'uso dei D.P.I. (disposiztivi per la protezione personale).

Share this post


Link to post
Share on other sites

io uso i tappi sotto le cuffie! Da mesi utilizzo quelli in gommapiuma gialli, ma 2 settimane fa ho ordinato dei filtri auricolari professionali per gestire al meglio questo maledetto problema dei volumi nei locali. Soffro dall'anno scorso di acufeni e la mia prima necessità è cautelare il fisico da ulteriori danni

Edited by delollis

Share this post


Link to post
Share on other sites

è ovvio che lavoriamo in ambienti con un elevata pressione sonora, ma dare la colpa alla monitor equivale a crocifeggierci con le nostre mani (nel 99% dei casi)....

Share this post


Link to post
Share on other sites
è ovvio che lavoriamo in ambienti con un elevata pressione sonora, ma dare la colpa alla monitor equivale a crocifeggierci con le nostre mani (nel 99% dei casi)....

 

bhè credo che il problema non stà ne nelle monitor troppo potenti e ne nelle cuffie ad alto volume

e che per gestire impianti enormi(intendo di potenza)di locali o eventi all'aperto(dove le potenze aumentano ulteriormente) quindi di conseguenza dobbiamo adottare anche monitor abbastanza potenti(avvolte ho visto veri e propri sistemi audio satelliti+sub)

 

ma oltre ad attenuare il volume,ha altri effetti??

Share this post


Link to post
Share on other sites

oddio.... ragazzi, la monitor è solo una cassa (massimo due) che servono a noi per mettere a tempo.... usare due satelliti e un sub come spia ???? vorrei davvero vedere chi usa una cosa del genere.... ma neanche nel festival più grande del mondo si fa una cosa del genere.... :|:S

 

l'impianto non è proporzionale alla spia, posso avere un impianto da 5 MILIARDI di watt, ma la spia, ripeto, serve a noi, a nessun altro, punto.... :S

Share this post


Link to post
Share on other sites

Per dirti, quando suonava Louie Vega guarda che monitor aveva..una alla destra e una alla sinistra..

 

 

Puoi regolarlo quanto vuoi tu..ma quando hai un impianto del genere comunque le tue orecchie sono esposte ad un rischio..

Share this post


Link to post
Share on other sites

e sopratutto le monitor devi alzarle ad un livello tale da permetterti di avere un ascolto chiaro nonostante il casino che arriva dalla sala! usando i tappi non abbassi solo il volume delle spie ma anche tutto il resto! delollis fammi sapere come ti trovi con i "tappi" seri che tempo fà volevo procurarmeli anche io!

 

Io ho visto anche array da almeno 8 altoparlanti usati come spie....

Share this post


Link to post
Share on other sites

scusate se insisto e capisco che la stragrande maggioranza dei locali queste cose, il più delle volte fa finta di non saperle ma quando vi trovate in unlocale, l'impianto, l'intero impianto quindi monitor compresi se esistono, fanno parte di un sistema audio che deve essere certificato.

A centro pista debbono (dovrebbero) esserci non più di un ics di decibel, così come in consolle deve esserci un "numero" certo, misurato, di decibel. La consolle per la "mappatura" acustica del locale è una "postazione di lavoro" con al suo interno un operatore il quale ha subito il monitoraggio relativo alla "dose di rumore". La postazione perciò ha un suo "valore" in decibel, l'operatore sulla base del suo impegno in ore e giorni, ha un valore di rumore settimale. Sulla base di quanto risulta E' OBBLIGATORIO per il gestore, di concerto con l'RLS stabilire quali DISPOSITIVI di protezione adottare da imporre OBBLIGATORIAMENTE a chi lavora. I locali da ballo ma in genere tutti i locali con forti pressioni sonore hanno l'obbligo di nominare un MEDICO COMPETENTE il quale sottopone a visita periodica i lavoratori.

Acufenie, ipocusia etc sono rischi correlati al lavoro, debbono perciò essere portati a zero. Il lavoratore che non rispetta le regole di sicurezza può essere licenziato senza spigazioni, il datore di alvoro che permette al lavoratore di non rispettare le regole di sicurezza può essere ritenuto responsabile per eventuali danni patiti dal lavoratore e non sarebbe il primo che ad un processo civile è costretto a pagare il danno.

L'obbligo dei DPI vale anche per il lavoratore uatonomo.

Tutto ciò è compreso nella ex 626 che, non appena sarà pienamente operativa, è sostituita dal Testo Unico numero 81 del 2008

Edited by Morpheus

Share this post


Link to post
Share on other sites
scusate se insisto e capisco che la stragrande maggioranza dei locali queste cose, il più delle volte fa finta di non saperle ma quando vi trovate in unlocale, l'impianto, l'intero impianto quindi monitor compresi se esistono, fanno parte di un sistema audio che deve essere certificato.

A centro pista debbono (dovrebbero) esserci non più di un ics di decibel, così come in consolle deve esserci un "numero" certo, misurato, di decibel. La consolle per la "mappatura" acustica del locale è una "postazione di lavoro" con al suo interno un operatore il quale ha subito il monitoraggio relativo alla "dose di rumore". La postazione perciò ha un suo "valore" in decibel, l'operatore sulla base del suo impegno in ore e giorni, ha un valore di rumore settimale. Sulla base di quanto risulta E' OBBLIGATORIO per il gestore, di concerto con l'RLS stabilire quali DISPOSITIVI di protezione adottare da imporre OBBLIGATORIAMENTE a chi lavora. I locali da ballo ma in genere tutti i locali con forti pressioni sonore hanno l'obbligo di nominare un MEDICO COMPETENTE il quale sottopone a visita periodica i lavoratori.

Acufenie, ipocusia etc sono rischi correlati al lavoro, debbono perciò essere portati a zero. Il lavoratore che non rispetta le regole di sicurezza può essere licenziato senza spigazioni, il datore di alvoro che permette al lavoratore di non rispettare le regole di sicurezza può essere ritenuto responsabile per eventuali danni patiti dal lavoratore e non sarebbe il primo che ad un processo civile è costretto a pagare il danno.

L'obbligo dei DPI vale anche per il lavoratore uatonomo.

Tutto ciò è compreso nella ex 626 che, non appena sarà pienamente operativa, è sostituita dal Testo Unico numero 81 del 2008

 

si, a livello teorico e' tutto bello e penso che i locali piu' in vista e rinomati rispettino il tutto per forza di cose...ma in una nazione dove gli incidenti sul lavoro sono all'ordine del giorno e senza troppe conseguenze anche per fatti molto gravi, voglio proprio vedere chi rispetta queste cose, il 95% dei clubbettini sparsi per la penisola rischiano di chiudere in tempo reale, mi viene da ridere a pensare a leggi antifumo,antialcool,antidecibel,antipanico...in questa nazione il senso civico ed il rispetto per le leggi non e' mai esistito e chi le rispetta viene additato come FESSO.

italiani brava gente.

Share this post


Link to post
Share on other sites
Per dirti, quando suonava Louie Vega guarda che monitor aveva..una alla destra e una alla sinistra..

 

 

lo senti il suono ???? si sente in maniera abbastanza chiara.... cosa vuol dire ?? che il microfono non è in clip.... e quindi ?? il volume in ingresso non è così elevato, e di conseguenza non lo sarà neanche quello delle spie....

Share this post


Link to post
Share on other sites

Si ma se abbassi il volume della cassa spia non risolvi proprio nulla!! Risolvi solo che non senti la musica in sala e quindì non serve a nulla, invece i tappi tagliano il "volume troppo alto" da tutto e quindì è come se lavorassi con il volume in cuffià più basso + il volume in sala più basso + il volume delle casse spia più basso...

Non trovo veramente nulla di più intelligente nell usare i tappi per le orecchie... Si dovrebbero usar sempre secondo me, per precauzione, tanto una volta abituati ci si fa l'orecchio e si evitano problemi futuri...

Io per esempio sembra che quando ascolto con l'orecchio destro (orecchio cuffia) abbia una cuffia che lo ricopre, mi sento l'orecchio tappato e me ne accorgo soprattutto quando lavoro in produzione, perchè devi stare attento a tutti i suoni anche meno percettibili

Share this post


Link to post
Share on other sites

non ho detto che sono solo le spie ma in genere il resto dell'impianto non è ad un metro di distanza dell'orecchio.... i tappi è ovvio che qualcosa fanno.... ma se cominciassimo con moderare il moderabile sarebbe già un passo avanti....

Share this post


Link to post
Share on other sites

l'origine degli acufeni all'orecchio destro di cui soffro da mesi è imputabile ad una serata in cui i dj che mi affiancavano tenevano la spia ad un volume mostruoso. Colpa mia che non avevo i tappi, però io dico una sola cosa...OCCHIO! Nella maggior parte dei casi volumi altissimi in spia sono inutili

Share this post


Link to post
Share on other sites

No delollis la colpa è del gestore che doveva garantire la tua incolumità assegnatodi ad una postazione di lavoro in regola dal punto di vista della sicurezza.

Se sai di poter provare il danno, potrai richiedere fior di quattrini al gestore in una causa civile.

Share this post


Link to post
Share on other sites
No delollis la colpa è del gestore che doveva garantire la tua incolumità assegnatodi ad una postazione di lavoro in regola dal punto di vista della sicurezza.

Se sai di poter provare il danno, potrai richiedere fior di quattrini al gestore in una causa civile.

 

Ciustissimo!! Firmo e sottoscrivo...anche se dubito fortemente che ci siano molte discoteche in regola per quanto riguarda la redazione del DVR (documento di valutazione del richio) e di conseguenza con tutti gli adempimenti necessari per legge...tra cui manco a dirlo la distribuzione ai lavoratori dei DPI (dispositivo di protezione individuale) opportuni...in questo caso i tappi... come stabilirebbeil testo unico sulla sicurezza sui luoghi di lavoro 81/08 e successive modifiche ... (106/09)

Share this post


Link to post
Share on other sites

il discorso è corretto, ma se volessimo considerare tutto quello che in locale non è a norma, a cominciare dalle uscite di sicurezza, passando per la qualità degli alcolici serviti e terminando con le paghe sotto banco, credo che non lavorerebbe più nessuno. Dico che un po di buon senso non guasta: per questo motivo, durante il mio set, la spia era regolata al giusto livello per sentire senza farsi male alle orecchie. Per iniciso dopo di me in consolle si è presentato Andrea Paci, grande professionista, persona gentile ed alla mano, ma che durante il suo set ha picchiato a volumi altissimi, spia compresa. Il dj che l'ha seguito non ha di certo abbassato i gain, e dopo 4 ore passate vicino alla consolle il mio orecchio destro non ha gradito...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Guarda io per lavoro mi occupo di sicurezza e ci sono alcune cose che credo non vadano prese alla leggera.

Non so se è di pubblico dominio il fatto che i danni all'orecchio sono permanenti in quanto (detto in soldoni) le fibrille che ci consentono di percepire gli stimoli sonori e trasformarli in stimoli elettrici che il nostro cervello interpreta come suoni, superati determinati valori di dB....molto al di sotto degli standard delle discoteche... dicevo queste fibrille si appitattiscono fino a morire...e a differenza di altre parti del corpo...non sono sostituite col tempo ma rimangono le stesse per tutta la vita ... quindi una volta persa la sensibilità necessaria...amen...sei sordo. In cantiere (pensa un pò) il limite di legge per l'esposizione degli operai alle lavorazioni più rumorose deve essere tenuto sempre sotto gli 80dB...che nel nostro campo vengono superati ampiamente....

 

Il mio consiglio è quello di pretendere i "tappi" .... o almeno di procurarseli di persona...con 30€ si comprano dei buoni prodotti...anche duraturi....le orecchie sono vostre!

 

Questo buon modello della Alpine consente, tramite dei filtri intercambiabili di definire il grado di protezione...

MusicSafe-Pro_gr.jpg

Share this post


Link to post
Share on other sites

Su tutta questa intera discussione cercherò davvero di fare del mio meglio per creare un articolo serio su questo problema e soprattutto per mettere sotto la luce dei riflettori il fatto che per legge bisogna essere tutelati da chi ci dà lavoro in discoteca etc. Sinceramente è un topic a me molto "caro" e bisogna assolutamente sensibilizzare il fattore "protezione" in quanto molta gente davvero non si rende conto di quanti problemi, e soprattutto disturbi anche "psicologici" possono crearsi se le orecchie fanno "goodbye". Io stesso ho quasi da sempre un bel fischio leggero che esce fuori la notte quando regna il silenzio, ed ho parlato e letto di persone letteralmente "devastate" da questo tipo di problemi.

 

P.s Anche perchè un Dj senza orecchie non va da nessuna parte...ed infatti io stesso ho raccolte le testimonianze di molti miei "colleghi" che hanno dovuto rinunciare a delle serate, solo per il fatto che potevano "sostenere" solo una serata a settimana...

Share this post


Link to post
Share on other sites

entro una decina di giorni vado a ritirare i filtri auricolari da musicista con attenuazione -25dB. Son costati tanto, ma la salute ringrazia...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Guarda l'argomento sarebbe davvero vasto. Ti basti pensare che in materia di sicurezza sui luoghi di lavoro, per la valutazione del rischio legato al rumore ( e a dire il vero anche ai problemi legati alle vibrazioni) c'è un corso apposito.

Per legge i limiti che le discoteche dovrebbero tenere sono legati ad un puro rapporto db/tempo di esposizione. La limitazione imposta varia tra i 95...e i 103 dB in quanto la norma è stata fatta a tutela della clientela, tenendo conto che la loro esposizione ha una cadenza comunque abbastanza saltuaria nel tempo e l'esposizione è limitata ad alcune ore. Pensa che, ad esempio per le squadre di operai addetti alla trivellazione si organizzazno turnazioni per circa 2 ore di lavorazione complessiva al giorno ...e loro sono esposti a 85dB...(ovviamente forniti degli opportuni dpi). Un dj che lavora tre giorni a settimana per 4-5 ore di esposizione a dB superiori, molto spesso ai 120...a distanza ravvicinata incombe realmente nell'insorgere di una patologia grave...purtroppo di questo nessuno si preoccupa...anzi molti non ne sanno nulla.

 

E questo lo dico da ex frequentatore di feste private e rave in cui la sola limitazione dei dB è solo dettata da quanti diffusori si riescono a portare!!!

Share this post


Link to post
Share on other sites

quoto alter bisognerebbe proprio farlo un articolo su questo problema...daltro canto meglio prevenire che curare...anche io e da qualche tempo che accuso un dolorino all'orecchio destro di tanto in tanto e se devo essere sincero mi cago sotto

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

×