Jump to content
Sign in to follow this  
Nicholas Francavilla

Recensione: Platinum Notes 3

Recommended Posts

Ecco la recensione di Platinum Notes 3....vi suggerisco di leggerla anche in Home visto che è corredata di immaggini molto utili per capire ancora meglio come funziona questo ottimo software. La recensione è in Home al seguente link: http://www.webdeejay.it/blog/software/recensione-platinum-notes-3.html

 

 

I ragazzi di Mixed In Key continuano imperterrimi la loro marcia nell’industria del Dj e rivelano al mondo la terza versione del loro acclamato software “Platinum Notes”.Platinum Notes prende posto -assieme al software “fratello” Mixed in Key- nell’olimpo di quegli strumenti che ogni Dj dovrebbe avere. Il software lavora sul concetto di “batch processing” ed accetta qualsiasi file Mp3, Wav, ed AAC come input e successivamente codifica il prodotto finale in Mp3 o Wav di alto livello qualitativo. Grazie all’aiuto delle tecnologie patentate di iZotope Inc e zplane.development, Platinum Notes vi permetterà di ottimizzare il volume generale della vostra playlist, eliminare qualsiasi imperfezione nel suono, migliorare le “dynamics” e correggere eventuali “clipped peaks” ed ottenere così un suono sempre al 100% per 100% professionale e di altissimà qualità pronto per essere suonato ovunque vi troviate.

 

Prima di cominciare con questa mia recensione, vorrei ringraziare MixedInKey, il suo presidente Yakov Vorobyev e Chad Pranke, gentilissimi nel fornirci il software completo.

 

Partiamo subito dall’inizio, ovvero, cosa è migliorato o stato aggiunto rispetto alle precedenti versioni di Platinum Notes?

 

Ecco qui di seguito riportato il change-log di tutte le nuove features più importanti:

-Ability to customize how PLATINUM NOTES works

-Multi-core support for up to 16 cores for faster processing

-Audio waveform display to show the processing done for each song

-Improved ID3 tagging support

 

 

Andiamo ora ad analizzare passo per passo come funziona il tutto…

 

Una volta terminata la breve installazione -il programma è davvero leggero, solo 15mb- ci troveremo davanti la schermata iniziale del software; a mio avviso molto pulita, raffinata, intuitiva e perfettamente in linea con lo stile Mixed in Key. Tuttavia, prima di cominciare l’intero processo è consigliabile partire dalla schermata delle “personalizzazioni” e settare i vari parametri della successiva codificazione e la destinazione dei file “copia” che andranno ad essere creati.

 

Una volta settati i parametri basilari, l’utente più esperto può anche addrentarsi nella customizzazioni più avanzate.

 

Una volta terminati i “preliminari” ed aver settato il tutto a proprio piacimento, per cominciare l’intero processo di scansione, codificazione e creazione ci basterà aggiungere i singoli file o cartelle tramite gli appositi pulsanti e poi far partire il tutto con un semplice click.

 

Una volta terminato il processo, la quale durata varierà molto a seconda di: quale formato output abbiate deciso tra Wav ed Mp3, la velocità del vostro computer, e la quantità di files che avete selezionato -con un buon computer, per finire il processo di 100 canzoni, con selezionato l’output in formato Wav ho impiegato poco più di un ora e mezza- ; potremo cominciare subito a notare i risultati, i cambiamenti ed i miglioramenti effettuati dal software su ogni singola traccia. Infatti, in basso ci verranno forniti tutti i dati relativi al numero di “clipped peaks” eliminati o corretti, dei cambiamenti effettuati sulle dynamics, ed infine i dati sui cambiamenti effettuati sul volume del segnale e sul pitch della traccia oltre che ovviamente la rappresentazione grafica della nuova waveform.

 

Una volta terminato il tutto vi basterà andare ad aprire la cartella con i vostri file creati nuovi di zecca e gustarvi il risultato del vostro “arduo” lavoro. Tirando le somme…perchè Platinum Notes è a mio avviso uno degli strumenti che ogni Dj dovrebbe avere? Semplice…la possibilità di settare il volume del segnale audio in maniera predefinita e dunque coerente per tutte le tracce, ci permetterà di non doverci mai più preoccupare di aggiustare continuamente il Gain del mixer in ogni serata dunque dandoci più tempo per concentrarci su altri aspetti del mixaggio . Inoltre, il fatto che il software corregga anche il pitch di una canzone -grazie anche al miglior algoritmo presente in circolazione….quello di Ableton-avvicinandolo al pitch della chiave più vicina, faciliterà tutti coloro che praticano il mixaggio armonico e che spesso “lottavano” col fatto che certe tracce sembravano o risultavano essere create in chiavi musicali non ben definite. Come se non bastasse, la riparazione dei “clipped peaks” -che spesso possono raggiungere l’astronomica cifra di 5000, anche per traccie nuove comprate da Beatport- e l’aggiustamento delle “dynamics” risultano essere tools davvero sensazionali e ho potuto riscontrare con piacere come le mie traccie ora suonino in maniera molto più definita, corposa ed in generale più dettagliata ed armonica.

 

 

Per concludere, ad un prezzo di soli 98$ dollari -ovvero 73 euro al cambio attuale- vi aggiudicherete un software il quale darà nuova vita ai vostri file musicali digitali e li renderà di una qualità degna del miglior festival o club presenti sulla terra.

Platinum Notes 3 può essere comprato al seguente link: http://www.platinumnotes.com/BuyNow.aspx

Share this post


Link to post
Share on other sites

non ne ero a conoscenza di questo software e lo trovo interessante....

ma..... da fonico io non lo utilizzerei mai.... non farei mai compressioni e modifiche sulla dinamica in generale senza ascoltare le modifiche che sto apportando, leggendo soltanto i valori....

ritengo sia più professionale piazzare un bel compressore (di qualità) sul master.... o magari sui singoli canali (cosa che già faccio con ableton live)....

lo ritengo però adatto ai dj completamente digitali che processano tutto all'interno di un singolo programma dj's oriented tipo traktor in cui non c'è headroom e non c'è la possibilità di aggiungere processori di dinamica.....

è possibile fare dei demo audio? un confronto A-B tra un paio di tracce normali e poi ottimizzate......

Share this post


Link to post
Share on other sites

direttamente sul loro sito (quello di platinum notes...non quello di mixed in key, ne hanno due), giù in basso nella home-page, vi è un esempio lampante..."hear the results" e ne sono rimasto davvero impressionato...

 

Comunque ti posso dire che per il Dj che magari non è producer e magari utilizza l'auto gain di traktor (che spesso cicca di brutto) e che usa solo file digitali questo programma è davvero una manna dal cielo..

 

poi certo...se uno è un producer...fonico etc è naturale che vi sono tools molto più complessi e professionali..ma che ovviamente richiedono molto più tempo

Share this post


Link to post
Share on other sites

mmm non è l'esempio che cercavo.... anzi è proprio il tipo di esempio che non volevo sentire...

se ti è possibile (e se ne hai voglia) vorrei ascoltare la differenza su un pezzo abbastanza "pompato" e complesso tipo 10 secondi di un ritornello di deadmau5....

purtroppo non c'è una versione demo altrimenti facevo tutte le prove che volevo senza disturbarti!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Oggi ho messo le mani su platinum notes 3 quindi aggiungo alcune cose alla recensione.

Il programma è molto configurabile e fortunatamente supporta la modifica multicore, ovvero se ho un processore con doppio core può lavorare su due file contemporaneamente..... impiega meno di 1 minuto per processare un brano...

 

Ho lasciato il template originale (ho soltanto eliminato l'aggiunta di headroom che non mi serviva in fase di test.....) e ho esaminato una decina di brani.

Non ho trovato nessun clipped peak quindi non ho potuto verificarne questa funzionalità.

 

L'espansione multibanda lavora molto bene e serve praticamente a togliere "il mastering di troppo".... uso questi termini per farmi capire anche da chi non mastica di produzione. Ho provato su brani molto diversi tra di loro, sia per genere che per "qualità". Ho esaminato sia brani realizzati da produzioni pro (Tiesto) sia brani fatti da amici miei nelle loro stanzette e il risultato più grande lo si avverte proprio su queste produzioni in cui il mastering non è preciso e fatto a regola d'arte.... Dà respiro a pezzi il cui mastering era davvero esagerato....

 

Non ho provato la compressione multibanda che praticamente fa il lavoro contrario, ovvero "fa il mastering", ma se andiamo ad usarlo su brani già finalizzati non fa altro che appiattire ancora di più la dinamica del pezzo peggiorando la situazione. Può essere però utile nel caso di brani il cui mastering è fiacco, magari abbiamo dei demo personali e vogliamo mixarli insieme durante una serata? con un pò di compressione multibanda, possiamo tranquillamente usarli durante una serata... magari non saranno all'altezza di brani già masterizzati a regola d'arte, ma suoneranno bene insieme tra di loro senza troppe differenze.

 

Il pitch correction invece funziona bene, è molto preciso ma ho notato una cosa strana: nonostante io abbia selezionato "fix pitch,keep original tempo", la velocità del brano cambia lo stesso! Ma la cosa strana è che nonostante abbia abbassato di -29 cent un brano, la velocità è aumentata da 129 a 129.06......

E mi è successo anche con un altro brano che da 133 è diventato 133.10..... :wow1:

 

Comunque sia questo programma è consigliatissimo ai dj con un setup interamente digitale che usano nei propri set pezzi molto ricercati e dalle provenienze più disparate, che suonano giustamente in maniera diversa da lavori commerciali che invece rispecchiano degli standard.....

 

Ottimo lavoro :jamie:

 

@Altered Ego: mi sono dimenticato di provarlo con Destination Calabria, se mi ricordo lo provo domani!:huh

 

EDIT:stavo dimenticando.... è vero che il programma è semplicissimo da usare, ma un manuale avrebbe permesso all'utenza meno esperta di apprendere di più su cosa realmente faccia questo "programma miracoloso"

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
Sign in to follow this  

×