Vai al contenuto
dj_KuRt

collegamento effettiera su ecler nuo 4.0

Recommended Posts

kino    10
Grazie Kino,

In effetti riflettendoci, ho detto una cavolata.

Comunque il mio dubbio era questo : se sta suonando un canale e voglio effettare proprio quello, alzo il volume del send e del return, ma così facendo avró in uscita il segnale pulito, quello del canale, e quello effettato.

 

No aspetta, non ho detto che è una cavolata! Era una domanda la mia, potrebbe anche essere che il segnale tutto wet non sia possibile con quella configurazione! Solo se la risposta è affermativa allora vale il mio suggerimento! In ogni caso la latenza della scheda audio ti obbliga a dover usare il dry/wet del software e a lasciare tutto wet sul mixer; andresti a miscelare segnale dry con segnale wet in ritardo rispetto al primo! Per questo ritardo sentirai un effetto flanger..

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Ciao Giaco,

Infatti poi mi è tornata in mente quella discussione e sono andato a rileggermela.

Comunque ho capito che il problema è dovuto, come suggerito, dalla latenza del pc che , seppur minima, genera un fastidioso effetto flanger.

In pratica mentre suona un disco mando il segnale al pc tramite send, il segnale, se non effettato, rientra nel return pulito sovrapponendosi al segnale originale.

Nel momento in cui effetto il segnale il risultato va a sommarsi con il segnale del canale originale.

Se usassi un'effettiera esterna il problema non dovrebbe porsi poichè il segnale rientrerebbe senza latenza....giusto?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Giaco    17
....Se usassi un'effettiera esterna il problema non dovrebbe porsi poichè il segnale rientrerebbe senza latenza....giusto?

 

Non ho mai usato quel tipo di strumentazione. Il segnale dovrebbe essere elaborato digitalmente, credo quindi che ci sia un minimo latenza, non so, confido nell'intervento dei più esperti in materia....

 

:)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
MarcoG    10
Ciao Giaco,

Infatti poi mi è tornata in mente quella discussione e sono andato a rileggermela.

Comunque ho capito che il problema è dovuto, come suggerito, dalla latenza del pc che , seppur minima, genera un fastidioso effetto flanger.

In pratica mentre suona un disco mando il segnale al pc tramite send, il segnale, se non effettato, rientra nel return pulito sovrapponendosi al segnale originale.

Nel momento in cui effetto il segnale il risultato va a sommarsi con il segnale del canale originale.

Se usassi un'effettiera esterna il problema non dovrebbe porsi poichè il segnale rientrerebbe senza latenza....giusto?

 

Io ho la efx 500 e posso confermare che la latenza c'è, anche se poca, ma quell'effetto delay da 1 o 2 millisecondi si sente. E' collegata ad un urei 1603 tramite

 

send return, e il return è assegnato al lato B del crossfader, i canali al lato A. Il dry wet è il crossfader. Quando il crossfader è sul lato B il dry wet è il potenziometro sulla efx.

 

Con questa configurazione mi trovo davvero bene, si possono creare molte combinazioni di effetti.

Modificato da MarcoG
correzione

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Giaco    17
Io ho la efx 500 e posso confermare che la latenza c'è, anche se poca, ma quell'effetto delay da 1 o 2 millisecondi si sente. E' collegata ad un urei 1603 tramite send return, e il return è assegnato al lato B del crossfader, i canali al lato A. Il dry wet è il crossfader. Quando il crossfader è sul lato B il dry wet è il potenziometro sulla efx. Con questa configurazione mi trovo davvero bene, si possono creare molte combinazioni di effetti.

 

Ciao Marco, se ho ben capito potrebbe farlo anche Michele, supponendo che i canali 1 e 2 siano i piatti, basterebbe collegare l'uscita dell'unità effetti (o PC) all'input del canale 3 (che avrà il send a 0...), assegnando allo stesso canale 3 il lato B del crossfader. Naturalmente l'unità effetti, o altro, andrebbe impostata in modo da restituire il solo segnale "effettato" e ad ogni modo sarebbe comunque possibile utilizzare normalmente il crossfader, cambiando le relative assegnazioni. Il dubbio che ho è sul funzionamento del send "generale" dell'Ecler, ipotizzo che prelevi il segnale dai send di "canale"...non vorrei creare loop pericolosi...in attesa di altre soluzioni, spero pertanto che questo ragionamento venga criticato\confermato...

 

:)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
MarcoG    10
Ciao Marco, se ho ben capito potrebbe farlo anche Michele, supponendo che i canali 1 e 2 siano i piatti, basterebbe collegare l'uscita dell'unità effetti (o PC) all'input del canale 3 (che avrà il send a 0...), assegnando allo stesso canale 3 il lato B del crossfader. Naturalmente l'unità effetti, o altro, andrebbe impostata in modo da restituire il solo segnale "effettato" e ad ogni modo sarebbe comunque possibile utilizzare normalmente il crossfader, cambiando le relative assegnazioni. Il dubbio che ho è sul funzionamento del send "generale" dell'Ecler, ipotizzo che prelevi il segnale dai send di "canale"...non vorrei creare loop pericolosi...in attesa di altre soluzioni, spero pertanto che questo ragionamento venga criticato\confermato...

 

:)

Il ragionamento è esatto, e a meno di non aprire il send del canale 3 non si crea nessun loop. Però cosi ti mangi un canale.

Nel nuo purtroppo il return è assegnato al master, a differenza dell'urei dove si può scegliere a cosa assegnare il return: crossfader lato A, crossfader lato B o master.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Giaco    17
Il ragionamento è esatto, e a meno di non aprire il send del canale 3 non si crea nessun loop. Però cosi ti mangi un canale.

Nel nuo purtroppo il return è assegnato al master, a differenza dell'urei dove si può scegliere a cosa assegnare il return: crossfader lato A, crossfader lato B o master.

 

Infatti, ripensandoci bene, non poteva essere diversamente. Grazie per la conferma.

 

:)

Modificato da Giaco

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Grazie ragazzi,

Questo week end mi sono messo a studiare un pó la situazione ed alla fine ho capito come utilizzare il send return in modo fruttuoso.

In pratica utilizzo il bilanciamento fader del canale - volume return per dosare i segnale wet tenendo d'occhio il livello master.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
miky.med    10

Intervengo ora solo per confermare che, sui mixer Ecler serie Nuo (escluso il vecchio Nuo5 che aveva l'effettiera integrata), la gestione del send/return è un po' difficile da imparare, almeno per me lo è stato: sarebbe bastato metterci sin dai primi modelli un pot (lineare o rotativo) per la regolazione Dry/Wet dell'effetto. Addirittura i vecchi Nuo come il mio (ricordo che ho un NUO4) hanno la sola regolazione del Send con la unica possibilità dello switch pre/post fader; la situazione è parzialmente migliorata nei nuovi NUO serie ".0" (tranne il 2.0) dove è presente la regolazione del Return con possibilità anche del PFL e nel 4.0 addirittura un controllo FX send generale, che ad occhio secondo me genera un po' di confusione. Per quanto mi riguarda, avendo il mio mixer il 5° canale, quando quest'ultimo non è impegnato con la scheda audio del Mac, lo utilizzo come Return e risolvo il problema altrimenti, nell'uso di altri mixer della serie, per un utilizzo adeguatamente facilitato va sacrificato un canale.

Ciao

Michele

Modificato da miky.med
precisazione

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Secondo me la cosa che spiazza è la possibilità di personalizzazione.

Mi spiego meglio. Se avessero messo un pot wet/dry sarei stato costretto ad utilizzare tale impostazione,invece tale sistema, seppur poco immediato, permette una creatività maggiore.

Ad esempio in caso di collegamento di un campionatore puro, mando il segnale da campionare e riproduco il sample in modo indipendente dagli altri canali.

Nel mio caso, utilizzando come effettiera il pc, ho la massima versatilità di utilizzo. Ammetto comunque che la cosa non è stata immediata.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
miky.med    10
Secondo me la cosa che spiazza è la possibilità di personalizzazione...tale sistema, seppur poco immediato, permette una creatività maggiore...

 

Sicuramente questo aspetto merita rilievo, infatti ci stavo appunto pensando. C'è da dire anche che il fatto di avere un Wet/Dry non obbliga ad utilizzare per forza questo circuito. Anzi avrebbe aumentato quella che tu definisci giustamente creatività (non sarebbe male avere sia il 5° canale, come il Nuo4, che il Wet/dry come il Nuo5)

 

...Ammetto comunque che la cosa non è stata immediata.

 

Questo è ciò che volevo dire, poi fortunatamente l'intelligenza (nella sua accezione pura, cioè la capacità di leggere tra le righe) e la capacità di elaborazione umane fanno il resto. Non sei d'accordo?!

Ciao

Michele

Modificato da miky.med
correzione sintattica

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Assolutamente si! :D

Comunque sia, l'aspetto di cui stiamo discutendo è, secondo me, uno di quei punti che portano a scegliere un mixer piuttosto che un altro.

Non credo che esista il set up perfetto in assoluto, ognuno si orienta secondo le sue esigenze ed i suoi gusti.

 

Ciao

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Giaco    17
....Ad esempio in caso di collegamento di un campionatore puro.....

 

Ora si ragiona! :D A parte gli scherzi, quoto entrambi i Michele, e approfitto della citazione per una piccola divagazione...pur non essendo molto interessato agli effetti, io sfrutterei il Send\Return collegando proprio un campionatore real-time, a cui inviare il segnale con il send in pre-fader, per creare e lanciare al volo piccoli samples in pieno stile old school anni '80....

 

edit p.s. Mi sembra che queste ottime discussioni (mi riferisco ovviamente anche a "Test Ecler Nuo 4.0"), stiano sviscerando ogni dettaglio su questi grandi mixer...saranno sicuramente d'aiuto a molti, me compreso.

 

:)

Modificato da Giaco
precisazione

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Grande Giaco :D !

In effetti la mia aspirazione è proprio quella di collegarci un campionatore 'old style'...non so se hai presente tipo quello dei vecchi numark dm 19xx.

Lo sto cercando software ma non riesco a trovare quello che dico io!

Alla fine mi servirebbe un campionatore che possa campionare, ovviamente, e riprodurre in modalita one-shot/trigger/loop potendo variare il pitch e l'in e out.

Gli effetti ti flager etc etc non rientrano nei miei gusti

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti
Giaco    17
...un campionatore 'old style'...non so se hai presente tipo quello dei vecchi numark dm 19xx. Lo sto cercando software ma non riesco a trovare quello che dico io! Alla fine mi servirebbe un campionatore che possa campionare, ovviamente, e riprodurre in modalita one-shot/trigger/loop potendo variare il pitch e l'in e out...

 

Eh già, ho presente sì, anche se non li ho mai provati e purtroppo a livello software non ho idea cosa offre il mercato. Io avevo in mente qualcosa tipo Roland SP404SX o Korg Microsampler... Ogni tanto mi diverto a studiare i relativi libretti d'uso (anche perchè per adesso non posso fare altro, idem per il mixer...) e per ora mi sembra che siano adatti allo scopo. Comunque, se e quando arriverà il momento, anche a me non dispiacerebbe cercare qualche apparecchio vintage...vedremo. Termino qui anche per non andare ulteriormente Off Topic. Scusate.

 

:)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi su altri siti

Crea un account o accedi per lasciare un commento

You need to be a member in order to leave a comment

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra comunità. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora


×