Jump to content
andreayesman

Commerciale ed Underground

Recommended Posts

Ciao a tutti, di ritorno dalla pausa estiva eccoci di nuovo qui, pronti a riprendere in mano i dischi per ricominciare a suonare. Spesso quando preparo una serata, nella selezione dei dischi da portare mi dico spesso tra me e me "troppo commerciale" oppure "questo non lo porto, è troppo poco conosciuto perchè possa essere apprezzato". Ho aperto questo topic, sperando di fare cosa gradita, per parlare della differenza, per me troppo soggettiva per avere uno standard, tra musica Commerciale e musica Underground. Per me una traccia diventa commerciale quando chi la produce la fa con l'intento di venderla. Quando il producer inizia un pezzo con l'intento di venderlo, di guadagnarci il più possibile, allora quella è commerciale. Dalla parte opposta invece colloco l'underground, e per me un pezzo lo è quando vengono sperimentati suoni nuovi, quando un pezzo è difficile da concepire, quando è pensato e studiato per non essere uguale agli altri pezzi. Quando chi la produce crea la sua opera d'arte con l'intento di avere una cosa unica nel suo genere...

 

Ora vi lancio la palla al balzo, secondo voi cos'è la musica Commerciale e l'Underground? Come la classificate/catalogate? In base a cosa un pezzo è commerciale o meno? :)

Share this post


Link to post
Share on other sites

di base secondo me hai centrato, sono abbastanza d'accordo con te.

poi ci sono anche le cose che non nascono come tali ma lo diventano per le mode dei mortali.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ohh, Clown, speravo qualcuno rispondesse, trovo che il forum sia un po' adagiato, poco movimento, speravo di ridare un po' di colore. Comunque, credo che se un pezzo è fatto bene lo si debba suonare indipendentemente dal fatto che ia nato per vendere o meno. Tante volte purtroppo è solo la pura commerciale fatta dai big ad "andare" lasciando ben poco spazio alle vecchie e care tracce da club. Spero che in Italia si possa muovere qualche cosa in quella direzione, lasciando perdere le discoteche sempre più grandi per tornare al club, il quale non ha rivali in termini di qualità musicale

Share this post


Link to post
Share on other sites
credo che se un pezzo è fatto bene lo si debba suonare indipendentemente dal fatto che ia nato per vendere o meno.

 

onestamente non mi sono posto quasi mai il problema. c'è tanta roba bella la fuori, basta cercare (si nasconde!), che rimpiazzare un pezzo è roba da nulla se il resto del set è interessante. diversamente bisogna abbattere (letteralmente!).

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

×