Jump to content
Frank -K

Chiarimenti sulle irregolarità. PLEASE HELP!

Recommended Posts

Salve, sono nuovo del forum e non è molto che faccio questo mestiere, principalmente per feste private come compleanni ecc..

Vorrei capire meglio un pò la situazione della SIAE e dell'ENPALS.. ho letto qualcosa a riguardo ma non ho tanto le idee chiare..

Attualmente non lavoro molto però sembra che le richieste stiano aumentando e con esse i dubbi e paure di incorrere a sanzioni o altro.

La maggior parte delle volte vengo pagato a nero e non mi fanno compilare alcun modulo SIAE e sinceramente non chiedo nulla a riguardo, è capitato qualche volta invece che mi hanno chiesto di compilarne uno sul quale ho scritto nome compositori e titoli ed ovviamente i miei dati ma io non posseggo partita IVA ne tanto meno sono iscritto alla SIAE.

Le mie domande sono:

- E' possibile compilare un modulo SIAE senza possedere partita IVA ne essere iscritti alla stessa SIAE? Se no cosa si rischia?

- Per stare tranquillo e mettermi in regola cosa devo fare? e che costi hanno tutte le eventuali licenze e/o iscrizioni? (partita IVA, Licenze su brani o altro, iscrizioni alle SIAE,ENPALS ecc)

 

Uso un pc ed un controller utilizzando traktor (le tracce che uso sono tutte scaricate da youtube)

So che non sono messo per niente in regola ma lavoro poco non guadagno tanto, ora che sto lavorando un pò di più vorrei capire di cosa ho bisogno cosa e quanto devo pagare, insomma tutto ciò di cui un DJ ha bisogno per poter lavorare.

Grazie mille in anticipo, vi prego di non ignorarmi ed aiutarmi e consigliarmi.

Share this post


Link to post
Share on other sites
(le tracce che uso sono tutte scaricate da youtube)

 

vorrei capire di cosa ho bisogno cosa e quanto devo pagare

 

comincia a pagare la musica, non ti chiudo il thread solo per lasciarti alla mercé di altri possibili giudizi di carattere etico.

Share this post


Link to post
Share on other sites

allora...per ordine di importanza

 

1- la musica che utilizzi deve essere ACQUISTATA e di conseguenza poter dimostrare l'acquisto che comporta di conseguenza il pagamento dei relativi diritti d'autore sulla traccia comprata, se usi musica scaricata e un funzionario SIAE ti dovesse beccare rischi processo penale e in quel caso auguri...dovrai fare un mutuo sulla casa per pagarti spese processuali e altro.

 

2- dal punto di vista SIAE durante le serate non hai alcun onere da sostenere (tranne avere le tracce originali acquistate ovviamente) in quanto è l'organizzatore della serata che deve richiedere il permesso SIAE e pagare i relativi costi

 

3- per la serata in cui sei chiamato a lavorare tu dal punto di vista PREVIDENZIALE sei tenuto a richiedere alla SIAE, per quanto riguarda l'ex ENPALS il rilascio dell'agibilità che serve a documentare che tu stai lavorando e di conseguenza vieni pagato per lavorare e perciò "dovresti" anche ricevere il compenso per la previdenza percentualmente parlando sull'importo (previdenza=futura pensione.....forse :-) )

 

4- non hai obbligo di partita iva a meno che nell'intero anno gli importi dei pagamenti per tutte le serate in cui vieni chiamato a lavorare non vadano a superare i 5000€ annuali (se non sbaglio ma qui dovresti sentire un commercialista per questo chiarimento)

 

5- non sei tenuto a iscriverti alla SIAE per compilare il "borderò" cioè il documento col riepilogo dei brani suonati, lo firmi semplicemente come persona fisica

 

6- LA MUSICA VA SEMPRE, e sottolineo SEMPRE COMPRATA, c'è gente che lavora per produrre una traccia e deve anche poter essere pagata per questo, TUTTA LA MUSICA CHE NON COMPRI DI CONSEGUENZA E' DA RITENERSI DI PROVENIENZA ILLEGALE E NEL CASO DI CONTROLLO NE PAGHERAI LE DOVUTE CONSEGUENZE....che a livelli economici sono molto più costose di quello che spenderesti comprando la musica...spero sia passato bene il concetto!!!

Share this post


Link to post
Share on other sites

solo un paio di correzioni all'ottimo joy

1. La musica non è obbligatorio che sia acquistata ma deve essere lecitamente ACQUISITA. Non esiste obbligo di dimostrare acquisti tanto meno verso la SIAE alla quale è vitato fare richieste del genere. A meno che non ti prendi l'avvocato di OJ Simpson, la parcella di un legale non è così terrificante ;)

3. SIAE ed ENPALS non hanno più niente a che fare dal 2011, vuoi anche solo perché intanto, ENPALS è passata sotto INPS. L'agibilità è un obbligo del datore di lavoro, così come tutti gli altri obblighi relativi. Solo nel caso il lavoratore sia iscritto come "esercente attività musicale" ed agisca con quella posizione che non è obbligatoria ma alternativa, in tal caso l'agibilità si può richiedere personalmente attraverso i servizi online dell'INPS.

Share this post


Link to post
Share on other sites

si morpheus hai perfettamente ragione...... infatti dopo aver pubblicato volevo correggere appunto quelle cose solo che il forum non so per quale motivo non mi fa modificare i miei post...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

×